Home / Tendenze / Itaca cerca volontari

Itaca cerca volontari

Itaca cerca volontari

Due i progetti e tre le sedi previste: Il nostro fiore di Sacile, Tal Grim a Ronchis e il Pavar a Ragogna

Hai fra i 18 e i 28 anni e vuoi essere cittadino/a attivamente responsabile, vivendo un’esperienza unica e aiutando gli altri? Il Servizio Civile nazionale può far per te. Itaca mette a disposizione 6 posti destinati ad altrettanti giovani che saranno impiegati in 2 diversi progetti per 30 ore settimanali. La Cooperativa sociale Itaca cerca 6 volontari/e tra i 18 e i 28 anni da impiegare in 2 progetti di Servizio Civile nazionale, “Un anno per crescere” e “Coltivare la solidarietà”. Le sedi previste per lo svolgimento delle attività (30 ore settimanali) sono 3: il Centro educativo diurno per minori “Tal Grim” a Ronchis (Ud), la fattoria sociale “Il nostro fiore” a San Giovanni di Livenza – Sacile (Pn) e l’orto sociale “Pavar” a Villuzza di Ragogna (Ud).

La domanda di partecipazione deve essere presentata entro e non oltre le ore 18 del 28 settembre 2018 direttamente alla Cooperativa Itaca con le seguenti modalità: PEC all'indirizzo coopitaca@pec.it; raccomandata con ricevuta di ritorno da inviare a Cooperativa Itaca vicolo Selvatico 16, 33170 Pordenone (c.a. ufficio formazione); consegna brevi manu presso la sede della Cooperativa Itaca vicolo Selvatico 16 Pordenone dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 17.00. Scopri info e dettagli sui progetti sul sito istituzionale di Itaca
Due volontari/e saranno impegnati/e nel progetto “Un anno per crescere” che si realizzerà nella sede del Centro educativo diurno per minori Tal Grim situato a Ronchis (Ud) in vicolo del Brazzit 6. Servizio inclusivo nato per sostenere e accogliere ragazzi/e in situazioni di potenziale rischio e offrire loro l’opportunità di un’esperienza educativa positiva, di socialità e condivisione, Tal Grim si rivolge a minori a basso rischio psicosociale dagli 11 ai 18 anni con l’obiettivo sia di rafforzarne la motivazione in campo scolastico attraverso attività di sostegno all’apprendimento, sia di potenziarne le attività di animazione, socio-educative e di integrazione sul territorio.

Quattro volontari/e saranno, inoltre, impegnati/e nel progetto “Coltivare la solidarietà” previsto in 2 servizi gestiti dalla Cooperativa Itaca. Il nostro fiore di San Giovanni di Livenza a Sacile (Pn) è una fattoria sociale in cui persone con disabilità si occupano in modo prevalentemente autonomo della produzione e della cura delle piante. Il nostro fiore ha già intessuto una rete di contatti e relazioni con altre realtà territoriali quali la Cooperativa Controvento di San Floriano di Polcenigo, le Fattorie sociali l'Ortogoloso di Budoia e Acero Rosso di Sacile, l'azienda agricola La Pioppa di Sacile. Con la locale Pro loco si realizzano, altresì, progetti riguardanti la realtà del paese, quali creazione di aiuole fiorite e allestimenti durante le festività, attività che favoriscono l’inclusione sociale delle persone sul territorio.

L’orto sociale Pavar di Villuzza di Ragogna (Ud) dal 2010 vede la collaborazione di operatori e beneficiari che frequentano il Centro di salute mentale di San Daniele del Friuli, nonché di esperti di orticoltura che supportano le attività. I rapporti con il territorio sono già consolidati con diverse realtà quali Agriturismo Londero, Agriturismo da Tina, L’orto sul fiume, Fattoria sociale Aldiva dal Do, Fattoria sociale Mcc, Mandi Gas. Avviati, inoltre, progetti trasversali tra cui Ro.Ge, orto Pecol e progetto Villa. La logica trainante del Pavar è quella dell’“ort cence velens”, ossia “orto senza veleni”, ed è proprio questo il valore aggiunto dell’orto sinergico, insegnare la coltivazione dei frutti della terra senza l’uso di veleni e trattamenti chimici.
Info su http://www.itaca.coopsoc.it/serviziocivile.aspx

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori