Home / Tendenze / Pochi giardinieri a Grado e la città rischia di sfiorire

Pochi giardinieri a Grado e la città rischia di sfiorire

In arrivo 15mila fiori: l'amministrazione assicura verde e colori in pochi giorni

Pochi giardinieri a Grado e la città rischia di sfiorire

Il verde pubblico gradese non soddisfa i cittadini che, in questi giorni, hanno espresso alcune lamentele nei confronti dell’amministrazione comunale per il poco decoro dato dalla presenza di erba alta e di pochi fiori presenti nelle aiuole e tra le vie. Dal palazzo municipale di piazza Marin arriva, però, la pronta risposta, vale a dire la carenza di personale. “Quest’anno l’impossibilità di assumere i giardinieri stagionali si è fatta sentire” commenta l’amministrazione. “Con il personale in più gli anni scorsi era possibile procedere a quelle manutenzioni del verde normalmente date in appalto, in attesa dei nuovi affidamenti esterni, cosa che quest'anno non è stata possibile, per cui abbiamo fatto quello che potevamo con il personale a disposizione” prosegue. Anche se è la stessa amministrazione a promettere, nei prossimi giorni, la normalizzazione della situazione in tutta la città e le frazioni.

Da venerdì, poi, i giardinieri comunali hanno proceduto al posizionamento delle fioriere sui pali dell’illuminazione del centro cittadino, “e saranno di nuovo fioriti i ponti dell’isola della Schiusa e quello che porta al cimitero”:

"Nei prossimi giorni saranno allestite anche le aiuole con le fioriture estive a partire dalla rotonda d'ingresso di piazza Carpaccio, per poi proseguire nel resto della città. Non dimenticheremo nemmeno Pineta, dove realizzeremo una nuova aiuola in viale dell'Orione, oltre che a risistemare le aiuole fiorite agli ingressi, in via delle Pleiadi ed presso la scalinata di Punta Barbacale" sottolinea l’assessore al verde pubblico, Fabio Fabris.

Saranno approssimativamente 15mila le piante da fiore messe a dimora, tra gerani, begonie, sunpatiens, bidens, salvie ed altre decine di specie e varietà, tutte piante prodotte dall'azienda Vivai Odorico di Rivignano Teor. L'amministrazione sta inoltre organizzando delle giornate ecologiche in collaborazione con Legambiente e altre associazioni locali, di cui la prima si terrà sabato 26 maggio, sia dedicate al mare che al verde, con l'obbiettivo di lanciare un messaggio di sensibilizzazione verso la cura dell'ambiente.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori