Home / Tendenze / Pordenone aspetta il Giro d’Italia

Pordenone aspetta il Giro d’Italia

Oltre un mese di eventi in calendario, da fine aprile al 27 maggio

Pordenone aspetta il Giro d’Italia

Il Comune di Pordenone ha svelato il consistente cartellone di eventi preparatori al 100esimo Giro d’Italia di scena in città sabato 27 maggio. In programma in città, da fine aprile e a maggio, iniziative e mostre dedicate alle due ruote, rassegne culturali e enogastronomiche, pedalate amatoriali, musica dal vivo. E man mano che lo storico appuntamento sportivo si avvicina, la città si vestirà sempre più di rosa, dai negozi alle strade. Chiunque potrà dare il proprio contributo colorato adornando con un tocco rosa i balconi, finestre, vetrine. Il clou degli appuntamenti pre-Giro, come già annunciato, sarà la Notte Rosa del 26 maggio con chioschi enogastronomici, animazioni e l’annunciato concertone live dei Doctor and the medics. Il calendario, pubblicato su comune.pordenone.it/giro100, è stato approntato e finanziato dall’amministrazione Ciriani - che ha dedicato uno staff ad hoc formato da personale di diversi uffici comunali - in collaborazione con associazioni e enti, tra cui il teatro Verdi.

CIRIANI. “Abbiamo costruito attorno a questo storico appuntamento una rete coordinata di eventi collaterali per tutti i gusti – ha sottolineato il sindaco Alessandro Ciriani - e non è un caso se alla presentazione di un evento sportivo c’è anche il teatro cittadino e diverse associazioni”. Il Comune, dunque, non si limita a promuovere solo il giorno della tappa, ma “crea un grande contenitore per arricchire Pordenone dal punto di vista turistico, economico, aggregativo, culturale, commerciale e ricettivo. Un contenitore dentro il quale si fanno anche sperimentazioni come la chiusura della Rivierasca (il 21 maggio in occasione del mercato bio, ndr) o il lancio di nuove iniziative come il festival del viaggio”. Un concetto rimarcato anche dall’assessore allo sport Walter De Bortoli che ha evidenziato “la grande varietà di eventi, dalla gastronomia allo sport” approntati dal Comune. Il presidente del Verdi, Giovanni Lessio, ha evidenziato l’integrazione tra teatro e amministrazione comunale per promuovere sia culturalmente sia turisticamente la città. “Un’idea di teatro come luogo aperto e infatti, in concomitanza con il periodo degli eventi pre Giro, rimarrà aperto al pubblico tutti i giorno dal 29 aprile al 26 maggio”.

ASTA DI BICICLETTE. Esordio sabato 22 aprile con un doppio evento in piazza Risorgimento: alle 16.00 cerimonia pubblica di intitolazione dell’area interna della piazza a Demetrio Moras, compianto patròn della ‘Pordenone pedala’, con installazione di una targa dedicata. Alle 16.30 asta pubblica di biciclette ‘Chi offre di più?’ aperta a tutti i maggiorenni: un evento con il quale il Comune vende ai migliori offerenti 70 biciclette depositate nei propri magazzini, smarrite o abbandonate, senza proprietario. Le bici sono già visibili online e saranno esposte in piazza dalle 15.30. Prezzi di partenza da 10 a 45 euro (info comune.pordenone.it/astabicinrosa). Il ricavato andrà alle famiglie bisognose.

MARCO PANTANI – Lunedì 24 aprile alle 20.30 un’emozionante serata dedicata al ‘Pirata’ con la proiezione di filmati e il ricordo di familiari, amici, personalità del mondo dello sport. La memoria del campione romagnolo si intreccerà con la presentazione della 19esima e 20esima tappa del 100esimo Giro d’Italia, rispettivamente la San Candido-Piancavallo e la Pordenone-Asiago. I posti in galleria sono già occupati su invito “ma abbiamo voluto aprire la serata anche al pubblico – ha spiegato Enzo Cainero, presidente del Comitato locale di tappa – per cui nelle gallerie superiori rimangono liberi 300 posti fino a esaurimento”.

MOSTRE TRA ARTE, CIMELI E CICLISMO - Sabato 29 aprile alle 17.30 inaugurazione di due esposizioni nelle sale d’ingresso del teatro Verdi: La fantasia a pedali con 55 stampe d’arte del disegnatore, incisore, pittore e grande appassionato di ciclismo Vico Calabrò, e Omaggio a Denis Zanette, un ricordo del promettente campione sacilese, prematuramente scomparso, attraverso 20 opere pittoriche di artisti sul filo narrativo della bicicletta. Le mostre al Verdi rimarranno aperte fino al 28 maggio. Informazioni: comunalegiuseppeverdi.it, 0434 247624. Sabato 20 maggio alle 17.00 nelle sale espositive dell’ex Provincia (corso Garibaldi) inaugurazione della mostra Bicicletta che passione con biciclette d’epoca, riviste, cimeli di campioni tra cui Ottavio Bottecchia e Gino Pancino, e un percorso nel tempo attraverso 35 maglie di corridori pordenonesi di ieri e di oggi che hanno conquistato titoli italiani e internazionali. Esposizione visitabile fino al 30 maggio tutti i giorni ore 9-12.30 e 16-19.30. È organizzata in collaborazione con la Federazione ciclistica italiana, comitato provinciale Pordenone. Ingresso libero.

PER BAMBINI E FAMIGLIE - Due gli appuntamenti amatoriali con le due ruote, aperti a tutti, per le vie della città. Domenica 14 maggio, in contemporanea nazionale con altre duecento località, si svolgerà Bimbinbici promossa in città da Aruotalibera-Fiab (Federazione italiana amici della bicicletta). Partenza da zona Municipio. Domenica 21 maggio Mamma sono arrivato uno, organizzata con la Federazione ciclistica italiana, comitato provinciale di Pordenone. Partenza da piazza XX Settembre dove verrà allestito un divertente percorso ciclistico d’abilità a cui potranno accedere, dalle 10, i bambini dai 7 ai 12 anni. Dettagli e modalità di partecipazione (gratuita) alle pedalate sono sul sito del Comune.

FESTIVAL DEL VIAGGIO E DEL CIBO DI STRADA - Il fine settimana del 19, 20, 21 maggio sarà particolarmente ricco di emozioni e sapori. Al chiostro della biblioteca ci sarà #Pordenoneviaggia, festival del viaggio e dei viaggiatori, con ospiti nazionali, workshop, mostre e stand, viaggi sonori e musicali, incontri con viaggiatori e operatori presenti con gli stand nel porticato della biblioteca (sala Degan in caso di pioggia). Al parco Galvani, invece, lo Streeat food truck festival, il primo e originale festival del cibo di strada di qualità, alla sua prima edizione in riva al Noncello. Arriveranno circa 25 artigiani dell’enogastronomia, provenienti da tutta Italia, con i loro furgoncini-cucine pronte a sfornare prelibatezze e specialità uniche. Ce ne sarà per tutti gli appetiti, comprese intolleranze alimentari, scelte vegane, vegetariane, gluten-free e senza lattosio. Una tre giorni informale e divertente tra gusti irresistibili per grandi e piccoli, showcooking, presentazioni, musica diffusa e relax nel verde.

REGGAE-ROCK IN PIAZZA CAVOUR - Sabato 20 maggio alle 21 in piazza Cavour concerto gratuito reggae-rocksteady dei Playa desnuda, band friulana tra le più apprezzate della regione, con centinaia di concerti all’attivo. I Playa hanno condiviso il palco con artisti come Manu Chao, Fatboy slim, Bob Sinclair. Le loro influenze vanno dall’Inghilterra dei Madness alla Giamaica di Bob Marley, dalla patchanka dei Mano Negra alle sonorità balcaniche. Gli otto componenti del complesso suonano con diverse star del panorama musicale, da Elisa a Tiziano Ferro, da Ivano Fossati a Jovanotti.

NOTTE ROSA - Alle 17 di venerdì 26 maggio aprono gli stand enogastronomici (privilegiati dal bando comunale i prodotti tipici e le imprese del Pordenonese) in via Mazzini, viale Martelli, piazzetta Calderari e piazza Duca d’Aosta. Staranno aperti fino all’una di notte. Dalle 18.00 le vie del centro si animeranno con attrazioni, trampolieri, giocolieri e con la musica di tre street band: i Blue cash (folk-jazz), i The high jackers (street rock) e i Lune troublante (gipsy-jazz). Alle 21 in piazza Cavour l’appuntamento clou della vigilia Rosa: il concerto gratuito dei Doctor and the Medics, storica band anglosassone degli anni ottanta il cui singolo Spirit in the Sky ha venduto più di 25 milioni di copie in tutto il mondo. Tutt’altra musica al teatro Verdi con il concerto alle 20.45, dell’Orchestra sinfonica nazionale della Rai, il cui prestigio non ha bisogno di presentazioni, diretta da James Conlon e con la star internazionale del violino Ray Chen.

SABATO 27 MAGGIO: IL GIRO - Dal mattino e fino alle 23 saranno aperti in città gli stand enogastronomici. Alle 10.30 il sorvolo degli aeromobili dell’Aero club Pordenone con il tricolore. Alle 12.00 la partenza dei ciclisti da piazza XX Settembre. I corridori sfileranno lungo piazzetta Cavour, corso Vittorio Emanuele II, Rivierasca, viale Dante, viale Marconi e viale Grigoletti. Qui, al civico 140 (poco prima dell’incrocio del garage Venezia) sarà piazzato il chilometro zero, ovvero la partenza vera e propria della gara. Lungo tutto il percorso saranno disposte le transenne oltre le quali il pubblico potrà sistemarsi.

MERCATI EUROPEO E BIO - Non rientra negli eventi rosa legati al Giro ma è comunque un appuntamento clou in programma il fine settimana del 5, 6 e 7 maggio. E quest’anno per la prima volta il mercato europeo si svolgerà assieme mercato cittadino del sabato. Una convivenza che il sindaco Ciriani aveva promesso in campagna elettorale e che l’amministrazione ha attuato grazie all’impegno degli uffici guidati dall’assessore al commercio Emanuele Loperfido. Saranno circa 130 gli ambulanti dai paesi europei e extra europei e dalle regioni italiane con i loro stand ricchi di specialità e prodotti tipici. Si sistemeranno in via Mazzini, piazzetta Cavour, piazza XX Settembre e viale Martelli. Sabato 6 maggio le bancarelle del mercato cittadino saranno invece disposte nelle vie Roma, Molini e dintorni, piazzale Ellero, viali Trento e Trieste, piazza Risorgimento. Sabato pomeriggio e domenica, ricorda l’Amministrazione comunale, i parcheggi multipiano sono gratuiti. Da segnalare anche il mercato bio del 21 maggio lungo la Rivierasca, chiusa al traffico per l’occasione, al cui programma sta lavorando l’assessore Guglielmina Cucci.

0 Commenti

Economia

Sport

Spettacoli

Politica

Tendenze

Gusto

Viaggi

Salute

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori