Home / Tendenze / Solidarietà senza confini grazie alla Bcc Pordenonese

Solidarietà senza confini grazie alla Bcc Pordenonese

Friulani e veneti insieme per far tornare il sorriso ai bambini della Sierra Leone

Solidarietà senza confini grazie alla Bcc Pordenonese

5 mila euro per ridare dignità e un sorriso a bambini e adulti ammalati in Sierra Leone. L’assegno, frutto della solidarietà friulana, è stato consegnato dalla Fondazione Bcc Pordenonese ad Around us Onlus, l’associazione benefica che dal 2012 opera in Sierra Leone. Lì ha costruito scuole, una chiesa, ambulatori e punti nascite e periodicamente supporta medici e infermieri in missioni per curare ammalati e bambini, molti dei quali rimasti orfani dall’epidemia di ebola.

In Sierra Leone anche le malattie, o carenze alimentari più banali, possono risultare fatali per la popolazione. Sono molti i bambini, che per malnutrizione nascono con il labbro leporino ma che grazie a questi medici riescono ad avere una vita normale.

I 5 mila euro che sono stati donati dalla Fondazione Bcc Pordenonese serviranno a dare un supporto per le spese dei visti e delle vaccinazioni ai medici e sanitari volontari di Around Us Onlus che quest’anno andranno in Sierra Leone, per aiutare i colleghi del Cuamm presenti nel paese africano. Le prossime quattro missioni sono previste dal 12 al 27 aprile, dal 10 al 25 maggio, dal 13 al 28 settembre e dall’11 al 26 ottobre. I medici e gli infermieri, tutti volontari, alloggeranno in stanze collocate all’interno degli ospedali e appositamente sistemate per ospitare i sanitari.

“La donazione fatta ad “Around us Onlus”, ha detto il presidente della Fondazione della Bcc Pordenonese Giancarlo Zanchetta, "è il frutto del tradizionale incontro conviviale che viene fatto a fine novembre tra soci e amici del Credito Cooperativo. Ogni anno destiniamo parte del ricavato ad iniziative che coinvolgono il territorio ma anche a Paesi lontani dove le situazioni di vita sono veramente precarie”.

Punto di trait d’union dell’iniziativa è stato il friulano Eros Priviero, referente commerciale della Bcc Pordenonese per l’Area Veneziano e sostenitore del progetto di Around us Onlus dal 2001. Quando si vuol fare del bene non ci sono confini. Quello che conta è il territorio e la sua gente ricca di valori. Gli stessi in cui crede e su cui è basato il credito cooperativo.

La Bcc Pordenonese, rappresentata mercoledì anche dal vice presidente Mauro Verona e dal direttore generale Gianfranco Pilosio, sosterrà Around us Onlus nel progetto sanitario in Sierra Leone per i prossimi tre anni. “L’associazione è aperta a tutti – ha detto Emanuela Calvani vice presidente di Around us Onlus - e una cosa è certa, chiunque vada in Sierra Leone a lavorare, anche se lo fa gratuitamente, riceve molto di più rispetto a quello che dona”.

L’associazione, presieduta dal medico padovano e primario di Urologia Massimo Dal Bianco, è nata con lo scopo di offrire assistenza sociale e medica ai paesi sottosviluppati, in particolare la Sierra Leone, per aiutare le popolazioni a superare gli svantaggi dovuti alle loro condizioni sociali ed economiche attraverso varie attività. Nel corso degli ultimi 6 anni sono stati costruiti tre pozzi, due magazzini per i prodotti agricoli, due mulini per la lavorazione del riso. Oltre all’assistenza medico sanitaria attraverso iniziative come quelle delle missioni in collaborazione con il Cuamm, l’associazione provvede sistematicamente alla fornitura di strumentazione medica e chirurgica. Sono state inoltre realizzate strutture e ambienti che consentano di effettuare trattamenti medico sanitari e soprattutto sono state costruite tre scuole primarie, una scuola superiore, una chiesa, un ambulatorio punto nascite.

Grazie infatti alla presenza in Sierra Leone di padre Maurizio Boa, padre Mario Zarantonello e padre Gianni Zanni dell’Ordine dei Giuseppini del Murialdo Around Us Onlus ha creato e sta sostenendo con la tanta beneficenza che arriva dall’Italia, scuole e centri di formazione professionale. Attualmente ci sono oltre 1600 studenti che hanno l’opportunità di farsi un’istruzione ma soprattutto di imparare un mestiere per contribuire a far crescere la propria gente ridando dignità e vita alla popolazione africana ridotta allo stremo dalla fame e dalle guerre.

Per informazioni www.aroundus.it o info@aroundus.it

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori