Home / Tendenze / Un’app aiuta i giovani a gestire le emozioni e a prevenire il disagio

Un’app aiuta i giovani a gestire le emozioni e a prevenire il disagio

Un’applicazione per smartphone, divertente e di facile uso, rileverà l’umore dei ragazzi in Friuli Venezia Giulia e fornirà a loro giochini per allenare le abilità cognitive.

Un’app aiuta i giovani a gestire le emozioni e a prevenire il disagio

Usare lo smartphone, da cui nessun adolescente si separa mai, per monitorare lo stato d’animo dei giovani e promuovere il benessere emotivo. E’ quello che propone la Regione Fvg che ha recentemente deliberato di dare il via a un progetto  che si prefigge di aiutare a “Imparare a gestire le emozioni con un’App per prevenire il disagio dei giovani”.  Un’applicazione per smartphone, divertente e di facile uso, rileverà l’umore dei giovani in Friuli Venezia Giulia e fornirà a loro giochini per allenare le abilità cognitive.
L’attivazione dello strumento è prevista per l’autunno e rientra tra le azioni del progetto che è stato approvato dalla Giunta regionale su proposta dell’assessore alle Politiche giovanili, Loredana Panariti.
Si tratta di un’iniziativa che punta al miglioramento delle funzioni esecutive dei ragazzi e, in particolare, della capacità di autocontrollo delle emozioni e del comportamento. Il progetto, dal valore totale di 40mila euro, presenta una serie di interventi, tra i quali la formazione mirata di insegnanti, educatori e istruttori sportivi, nonché la predisposizione di gruppi di studenti tutor. Le conoscenze acquisite serviranno quindi a comprendere meglio gli stati di umore negativi dei giovani e a contrastare con maggiore successo il loro disagio.
A questo proposito, l’app avrà un ruolo chiave: oltre a essere un valido strumento di supporto nel processo di educazione dei giovani, fungerà anche da raccoglitore di dati statistici utili a un’analisi scientifica e pedagogica. Grazie alle informazioni raccolte sarà infatti possibile predisporre dei suggerimenti per migliorare la programmazione regionale in materia di politiche giovanili. La conclusione del progetto è prevista per il mese di giugno 2019 e prevede la collaborazione della Regione con la Scuola internazionale superiore di studi avanzati (Sissa) di Trieste.

Articoli correlati
0 Commenti

Economia

Sport

Spettacoli

Politica

Tendenze

Gusto

Viaggi

Salute

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori