Home / Viaggi / Fai d'autunno a Polcenigo

Fai d'autunno a Polcenigo

“Palazzi signorili e fascino d’altri tempi”: il FAI Giovani svela la storia nobiliare del borgo

Fai d'autunno a Polcenigo

 Cambia il nome ma non la sostanza: come di consueto la terza domenica di ottobre ritorna laGiornata FAI d’Autunno (ex FAImarathon), evento di punta della campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi del Fondo Ambiente ItalianoRicordiamoci di salvare l’Italia.Palazzi signorili e fascino d’altri tempi è il tema dell’evento che il FAI Giovani Pordenone ha scelto perPolcenigo, cittadina iscritta al club dei Borghi più Belli d'Italia.Domenica 15 ottobre, dalle 10 alle 17.30, un centinaio di volontari del FAI – tra gruppo Giovani, Delegazione e Apprendisti Ciceroni® – apriranno le porte disei residenze private dal passato nobiliare, mentre i numerosi eventi collaterali e le attività realizzate in collaborazione con le associazioni locali animeranno il borgo da mattina a sera.


La giornata, organizzata con il patrocinio del Comune di Polcenigo e in collaborazione con l’associazione Borgo Creativo, si aprirà alle 9.30 aPalazzo Salice Scolari con l’eventoFai colazione con il FAI: unalight breakfast a base di caffè e dolci, sulle note del pianoforte a coda del salone principale del piano nobile, con i pianisti Enrico Bortoletto e Keivan Djafarizad. L’itinerario prosegue conPalazzo Fullini Zaia, aperto in via del tutto straordinaria per l'occasione. AlCastello due appuntamenti importanti:Polcenigo: una comunità e i suoi statuti alle 10.15, un’interessante occasione per scoprire la storia comunale grazie allo studio di Laura Sicchiero; e ilCammino di San Cristoforo tra Tagliamento e Piave alle 14.30, progetto turistico sostenuto dalla Regione Fvg per la promozione del tracciato – lungo circa 450 km –  che partendo dal Veneto arriva sino al Tagliamento, toccando anche Polcenigo (a cura di Montagna Leader). Solo per gli iscritti FAI (su prenotazione: pordenone@faigiovani.fondoambiente.it), sono in programma due aperture esclusive: Palazzetto Diana Santarossa ePalazzo Zaro, entrambe residenze private eccezionalmente visitabili in occasione della Giornata FAI. Infne, alMulino Segheria Faletti Sanchini, oltre ai laboratori pomeridiani per bambini a cura di Borgo Creativo, la giornata si concluderà in musica con il concerto Jazz al tramonto:  Hanami di Enrico Maria Milanesi, chitarrista e compositore pordenonese il cui repertorio spazia dal famenco al blues, dal jazz alla canzone d’autore italiana(evento a cura dell'associazione RespirArte). In tutti i beni, i volontari FAI e gli Apprendisti Ciceroni ne racconteranno vicende storiche, curiosità e peculiarità artistiche e architettoniche.


Non fnisce qui: molti altri eventi infatti renderanno la Giornata FAI speciale per tutti. Moreno Baccichet racconterà lastoria del Castello di Polcenigo (in collaborazione con Quo Vadis, libreria del viaggiatore) all’Infopoint turistico, alle 16; gliAmici del Cansiglio proporranno unapasseggiata naturalistica adatta a tutti con partenza alle 10.30 dalle Sorgenti del Gorgazzo; sempre al Gorgazzo ci saranno due immersioni speleosub a cura delCentro Pordenonese Sommozzatori, con videoproiezione live e spiegazione, mentre il Gr.A.Po sarà presente con un punto informativo nell’area scavi del sito palaftticolo del Palù. Il fotografo Riccardo Ferrantini esporrà i suoisuggestivi “Capricci notturni n°1”alla Taverna – Slow Shop & Bar. Le chiese del borgo e il Museo dell’Arte Cucinaria dell’Alto Livenza saranno aperti per visite libere. Infne, alcuni locali convenzionati offriranno un menù a tema e sconti per iscritti FAI e partecipanti all’evento.

Articoli correlati
0 Commenti

Economia

Sport

Spettacoli

Politica

Tendenze

Gusto

Viaggi

Salute

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori