Home / Viaggi / Montagna: sarà un inverno positivo

Montagna: sarà un inverno positivo

Schneider (Federalberghi Fvg) guarda avanti con fiducia: “Per Capodanno le strutture si stanno riempiendo, nei mesi successivi buon indice di presenze”

Montagna: sarà un inverno positivo

Si prospetta un inizio d'inverno positivo, dal punto di vista turistico, per le località montane del Friuli Venezia Giulia. Lo annuncia Paola Schneider, presidente di Federalberghi Fvg che, oltre alle imminenti festività natalizie, sposta lo sguardo anche sul resto della stagione. “Le prenotazioni per Natale, negli hotel di casa nostra, non mancano - analizza -, anche se la maggior parte delle strutture entrerà a pieno regime nel periodo seguente. Le famiglie, infatti, preferiscono passare il 25 dicembre a casa, per concedersi successivamente una vacanza. C'è comunque già un buon flusso di arrivi, soprattutto negli alberghi ai piedi degli impianti sciistici come quelli del Tarvisiano e dello Zoncolan, per citare due casi”.

Da Santo Stefano in avanti, la stagione entrerà compiutamente nel vivo e promette di regalare buone soddisfazioni agli operatori del settore. “Dal 26 in poi - prosegue Schneider - il volano comincerà a girare in tutte le località. Non c'è ancora il pienone per Capodanno, ma le strutture si stanno riempiendo. L'apertura delle piste, complici le condizioni climatiche favorevoli, è arrivata finalmente  quest'anno con “i tempi giusti”, grazie anche all'ottimo lavoro degli addetti. Questo è un fondamentale valore aggiunto per la nostra montagna, ora speriamo che il meteo non si metta di traverso e continui a dare una mano”.

“Gli hotel, soprattutto quelli vicino agli impianti sciistici, saranno riempiti dai gruppi provenienti dall'Est Europa, ormai una clientela fidelizzata e importante - spiega la presidente di Federalberghi Fvg -. Oltre che dai ragazzi delle scuole. A Sauris, per esempio, le opportunità di ospitare gli istituti scolastici non mancano e questo vale anche per Forni di Sopra. A ridosso dello Zoncolan, invece, ciò potrebbe essere più problematico”. Quanto alla provenienza dei clienti, oltre ai visitatori dall'est Europa, il quadro è più delineato: “A Forni di Sopra attendono utenti da Croazia, Slovenia e Repubblica Ceca - conclude Schneider -, mentre sullo Zoncolan confluiranno turisti da Polonia e Ungheria. Un po' ovunque, infine, non mancheranno anche i russi”.

Riguardo al periodo di permanenza, quello dei gruppi organizzati si attesta mediamente sui 6 giorni, per le scuole è di 4-5 giorni, lo stesso per le famiglie che hanno scelto il Fvg per il periodo natalizio.

0 Commenti

Economia

Sport

Spettacoli

Politica

Tendenze

Gusto

Viaggi

Salute

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori