Gente del Friuli

Diventa reporter

Mandaci le tue foto e video!
Segnala le notizie e inviaci i tuoi articoli dal friuli!

Continua

Videogallery

Tutti i video »

Il Friuli in edicola

Sottopasso a Tavagnacco

Sottopasso a Tavagnacco

21/11/2012

Entro la fine dell’anno inizieranno i lavori per la realizzazione del sottopasso ciclopedonale in Comune di Tavagnacco, intervento che rientra nel programma attuativo del Prusst per la messa in sicurezza e valorizzazione del Rio Tresemane. A renderlo noto è l’assessore alla viabilità Franco Mattiussi – che dichiara: “L’opera darà continuità funzionale alla pista ciclabile, costruita con i precedenti due lotti, che collega via IV Novembre a Feletto Umberto con via Pascats al confine con il territorio di Udine, realizzando un link fra il tratto di pista esistente a nord di via Pascats e la viabilità rurale a sud che conduce direttamente a Udine”.

Il costo dell’opera è di 126 mila 800 euro. Il tempo di esecuzione dei lavori sarà di 90 giorni e a partire da gennaio 2013 scatteranno le necessarie deviazioni stradali definite durante il recente incontro fra l’impresa appaltatrice, i tecnici della Provincia e la Polizia Municipale dei comuni di Udine e Tavagnacco. “Le deviazioni – anticipa Mattiussi – sono inevitabili, visto che l’intervento interessa la viabilità di collegamento fra l’area nord di Udine e la Sp Osovana, tratto particolarmente gravato da un rilevante volume di traffico”. La deviazione durerà circa una quindicina di giorni; i disagi saranno limitati da un’apposita segnaletica per agevolare gli automobilisti che transitano quotidianamente nell’area.

Il sottopasso stradale verrà realizzato con l’utilizzo di scatolari prefabbricati in calcestruzzo armato. La lunghezza dell’attraversamento è di 12 metri, mentre le due rampe di accesso e di uscita sono lunghe circa 15 metri e presentano una pendenza massima dell’8 per cento. La larghezza è di 3,20 metri, l’altezza di 2,70, sufficiente per percorrere il sottopasso anche in sella alla bicicletta.

Verranno costruite a completamento anche le barriere stradali anti-incidenti.

L’assessore Mattiussi ricorda che con il primo lotto si era provveduto alla sistemazione paesaggistico-ambientale ed idraulica del Rio con la costruzione del prefabbricato che lo ha deviato in corrispondenza del sottopasso ad Adegliacco; mentre il secondo lotto ha visto la realizzazione di percorsi ciclo-pedonali.

21 novembre 2012

0 Commenti

Aggiungi un commento

Per poter commentare l'articolo devi essere loggato nel sito.