Home / Business / Il Nordest ruggisce ancora

Il Nordest ruggisce ancora

Il Nordest ruggisce ancora
Spioni in azienda: come prevenire la fuga di know-how, come istruire i propri dipendenti, come contrastare le azioni truffaldine. Spesso il fenomeno è preso sotto gamba, eppure il patrimonio di conoscenze tecniche e commerciale delle piccole e medie aziende friulane è notevole e, per tanto, va gola a molti concorrenti locali ed esteri. È questa l’inchiesta di apertura del numero di dicembre del mensile economico IL FRIULI BUSINESS. A parlare di spionaggio industriale, appunto, intervengono responsabili della sicurezza di grandi industrie, rappresentanti delle Forze dell’Ordine e specialisti in materia informatica.

Il volto di copertina è quello di Andrea Tomat, il presidente friulano degli industriali veneti. Nato a Udine, infatti, ha fatto carriera nella vicina regione diventando titolare delle aziende Stonefly e Lotto. Oggi è ala guida della Confindustria regionale. Tomat nell’ampia intervista spiega, tra le altre cose, come il modello economico del Nordest esista ancora nonostante la crisi, seppur stia cambiando contenuti.

Si chiamano business angel, sono ormai una costante in numerosi sistemi produttivi maturi occidentali, seppur in Friuli abbiano appena ora fatto la loro comparsa. Si tratta di soci finanziatori che accompagnano un’idea imprenditoriale vincente a tramutarsi in realtà e affrontare, così, il mercato. Uno di loro è il friulano Carlo Asquini che spiega nei dettagli cosa fa e come si muove un business angel.

Il recupero di aree urbane degradate è il filo rosso che lega l’approfondimento del settore delle costruzioni. Urbanisti, amministratori locali, imprenditori e professionisti della progettazioni si confrontano individuando gli strumenti normativi e finanziari più adeguati per sfruttare un patrimonio immobiliare che in Friuli rimane inutilizzato. Le interviste sono a Giorgio Gri, Roberto Ceraolo, Donato Riccesi, Paolo Marpillero e Adino Cisilino.

Numerosi, come sempre, i casi aziendali presi in esame dal mensile, che intende così raccontare esempi di strategie imprenditoriali che risultano vincenti in un mercato in costante cambiamento. Tra loro Potocco, Technological System by Moro, Azzano Calze, Cooperativa pescatori San Vito, EliFriulia, Bottega Digitale. Strategici risultano per l’agricoltura i progetti Ager, promosso dalla Fondazione Crup, e quello sulla IV gamma condotto dal Catas. Marketing low cost è il tema dell’approfondimento nel settore della formazione, mentre diverse novità sono affrontate dalle consuete rubriche di finanza agevolata, diritto del lavoro, Fisco e dal debuttante spazio dedicato al diritto internazionale.

Spunti preziosi giungono, poi, dai prestigiosi editorialisti che arricchiscono i contenuti del mensile. Roberto Siagri spiega le opportunità date dalla ‘nuvola’ informatica, mentre Alberto Felice De Toni rivela le nuove regole del 21° secolo. Nello spazio Alpe Adria viene presentato il caso delle regioni ceche di Moravia e Slesia che, per superare la crisi dell’industria, hanno trovato nel turismo una valida alternativa; mentre il designer Fabio Di Bartolomei racconta la “fabbrica dei sogni!”.

Scarica gratuitamente il numero di DICEMBRE (24 Mb).

2 dicembre 2011, 8.30

 

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

L'APPELLO

Il Friuli

Green

Life Style

Gli speciali

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori