Home / Cronaca / Azzerati i fondi: a Lignano e Grado a rischio la stagione

Azzerati i fondi: a Lignano e Grado a rischio la stagione

La legge di stabilità ha tagliato 700mila euro di risorse per gli eventi turistici 2019

Azzerati i fondi: a Lignano e Grado a rischio la stagione

“La legge di stabilità 2019 ha azzerato le risorse per gli eventi turistici di Grado e Lignano e la promozione dell'attività estiva si annuncia in salita”. La denuncia è arrivata dai consiglieri del Pd, Sergio Bolzonello e Mariagrazia Santoro. “Tra un paio di mesi partirà la stagione e s’iniziano a vedere le prime conseguenze dei tagli alle attività produttive – 700mila euro - che avevamo denunciato durante il dibattito in Aula. Sono soldi sui quali le amministrazioni contavano all'interno della loro programmazione. E che ora vengono a mancare. Cosa succederà?”.

Allarme raccolto e rilanciato anche dai Sindaci: “I soldi a bilancio non ci sono”, conferma il primo cittadino di Lignano, Luca Fanotto. “Il problema è che la pianificazione dell’estate si fa da una stagione all’altra. E noi facevamo affidamento su quei fondi. La speranza, quindi, è che possano essere ripristinati quanto prima”.

Analoga preoccupazione arriva da Grado: “Mercoledì avremo un incontro con l’assessore Sergio Bini, per capire se si riuscirà a trovare una soluzione. Se così non fosse, ci saranno ovviamente ripercussioni, perché il lavoro di pianificazione è iniziato da tempo. Spiace – constata Dario Raugna – che la Giunta non abbia mantenuto quanto di buono era stato fatto dalla precedente amministrazione... Anche perché meno eventi significa meno turismo e, quindi, meno presenze e meno posti di lavoro”.

Non si può confondere, poi, i finanziamenti regionali con le entrate della tassa di soggiorno, che prevedono un utilizzo esclusivamente per infrastrutture e promozione del territorio e non possono essere usate per i grandi eventi.

Dalla Lega, con i consiglieri regionali Mauro Bordin e Diego Bernardis sono arrivate le prime rassicurazioni: "L'impegno - dicono - è massimo per supportare le iniziative di Grado e Lignano. Gli uffici sono già stati allertati e gli stanziamenti necessari a garantire la corretta programmazione degli eventi vanno confermati e rimpinguati".

0 Commenti

L'APPELLO

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori