Home / Cronaca / Duplice omicidio di Pordenone, Ruotolo non ha parlato

Duplice omicidio di Pordenone, Ruotolo non ha parlato

L'ex militare, unico imputato per la morte di Teresa e Trifone, aveva chiesto di rilasciare dichiarazioni spontanee. Prossima udienza l'8 febbraio

Duplice omicidio di Pordenone, Ruotolo non ha parlato

Giosuè Ruotolo, condannato in primo grado per il duplice omicidio di Pordenone del 17 marzo 2015, nel quale persero la vita Trifone Ragone e Teresa Costanza, oggi ha nuovamente chiesto la parola in aula, per ribadire la sua innocenza, durante la quarta udienza del processo che lo vede unico imputato alla Corte d’Assise d’Appello di Trieste.

L’8 novembre 2017, Ruotolo era stato condannato all’ergastolo con isolamento diurno per due anni. Gli interventi dei suoi avvocati Giuseppe Esposito e Roberto Rigoni Stern si sono, però, protratti per troppo tempo e, alla fine, l'imputato non ha avuto modo di rendere altre dichiarazioni spontanee.

In questa giornata, i legali dell'ex militare di Somma Vesuviana hanno contestato la ricostruzione degli omicidi fatta dall'accusa che collocherebbe Ruotolo sul luogo del delitto e hanno attaccato le testimonianze dei due coinquilini e commilitoni, Sergio Romano e Daniele Renna, definendo il loro racconto "il più grande inganno di questo processo".

L’avvocato Esposito ha anche mostrato alla Corte una foto di Ruotolo del 28 novembre 2014, pochi giorni dopo la presunta lite, nella quale, secondo l'avvocato, non si vedono le ferite che i due testimoni avrebbero visto sul volto e a un polso dell’imputato. Evidenziato anche il fatto che della cosa i due non hanno parlato nemmeno alle fidanzate. La difesa ha messo in dubbio anche le testimonianze che hanno collocato Ruotolo sul luogo del delitto al momento del duplice omicidio.

In sostanza, anche stavolta si è cercato di fare leva sul fatto che manca la ‘prova regina’.

La prossima udienza è stata fissata per l'8 febbraio e sarà dedicata alle repliche.

0 Commenti

L'APPELLO

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori