Home / Cronaca / Friuli bollente, domani caldo record

Friuli bollente, domani caldo record

I termometri si fermeranno poco sotto i 40 gradi, con maggiore afa in pianura

Friuli bollente, domani caldo record

Come da previsioni, sta per entrare nel vivo la feroce ondata di caldo che colpirà soprattutto l'Europa occidentale ma anche il nord Italia. Spagna e Francia a rischio di temperature massime del tutto fuori scala, ma anche in Fvg potrebbero essere superati record storici.

"Domani, giovedì, sarà la giornata più rovente", conferma il meteorologo Marco Virgilio. "Si potranno localmente superare i 40 gradi in pianura Padana con punte estreme fino a 42. In Friuli Venezia Giulia non si dovrebbe raggiungere la soglia dei 40 gradi ma, comunque, i termometri si fermeranno poco al di sotto, a seconda delle zone. In alcuni settori della pianura, complice un tasso di umidità relativa localmente inferiore al 35%, non si escludono estremi diurni prossimi ai 39 gradi, comunque compresi nel range 36/38".

"Lungo la costa il mare e le brezze mitigheranno un po' la calura e i valori saranno molto alti, ma più contenuti. Se la situazione sarà confermata giovedì 27 potrebbe passare alla storia per il superamento di diversi record, alcuni legati alla terribile estate del 2003. In pianura Padana il disagio sarà molto elevato un po' per tutti. Farà molto caldo anche in montagna".

"Per fortuna nel weekend si prevede un contenuto calo delle temperature, specie a Nordest, che comunque rimarranno ben superiori alle medie del periodo".

"A proposito di medie ricordo che per la città di Udine, ad esempio, la media delle temperature massime 1990/2018, già condizionata dal trend di riscaldamento atmosferico globale, per la terza decade di giugno è di 28 gradi", continua Virgilio. "Questo significa che giovedì potremmo registrare valori massimi fino a 10 gradi superiori alle medie storiche! E che nel 'fresco' weekend saremo ancora 3/4 gradi sopra la media. Ne consegue che quanto si sta verificando non è solo un evento estremo per giugno, ma di grandissimo rilievo, anche considerando tutta la stagione estiva".

"Ci sono collegamenti con il Climate Change? Ricordo semplicemente che la frequenza di forti ondate di calore in area mediterranea nella stagione estiva è una delle evidenze che emergono ormai da molte generazioni di modelli climatici sviluppati dagli scienziati IPCC. Vi segnalo con l'occasione che la trasmissione Elettroshock di Telefriuli, in onda stasera alle 21, sarà dedicata proprio all'ondata di caldo africano in corso e al cambiamento climatico in generale con vari ospiti in studio. E ci sarò anch'io", conclude Virgilio.

0 Commenti

L'APPELLO

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori