Home / Cronaca / Gorizia, emessi sette divieti di ritorno

Gorizia, emessi sette divieti di ritorno

Nel mirino persone responsabili di una lunga lista di attività pericolose per la sicurezza pubblica

Gorizia, emessi sette divieti di ritorno

Sono sette i divieti di ritorno emessi, in questi giorni, dal Questore di Gorizia, Paolo Gropuzzo, a carico di altrettante persone che si sono rese responsabili di attività pericolose per la sicurezza pubblica.

In particolare, la misura – per un periodo di tre anni - riguarda il 29enne pakistano protagonista della violenta aggressione ai danni delle due dipendenti dell’Azienda sanitaria e un 48enne rumeno con precedenti per commercio di prodotti contraffatti e ricettazione; per entrambi il divieto riguarda il comune di Gorizia.

Tre anni, ma dal comune di Cormons, anche a un 40enne nigeriano, rintracciato dai carabinieri di Cormons, con numerosi precedenti per resistenza, rapina, lesioni personali, danneggiamento, interruzione di pubblico servizio; in passato arrestato per violenza sessuale e privata, in aprile era stato sorpreso dai militari mentre importunava la titolare di un esercizio commerciale, chiedendo insistentemente soldi e facendo intendere di non volersi allontanare senza averli ottenuti. Stessa misura per una 46enne e un 41enne denunciati per ricettazione in concorso, dopo essere stati scoperti dai Carabinieri nella stazione ferroviaria di Cormons.

Una 42enne e una 21enne sono state allontanate per tre anni da Villesse dove i carabinieri le avevano pizzicate mentre rubavano capi di abbigliamento in tre negozi del Tiare.

0 Commenti

L'APPELLO

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori