Home / Cronaca / Grado: il picco dell'acqua all’una di notte

Grado: il picco dell'acqua all’una di notte

In mattinata conta dei danni, specialmente in diga Nazario Sauro ricoperta da uno spesso strato di sabbia e conchiglie

Grado: il picco dell'acqua all’una di notte

Nottata di passione per gli abitanti di Grado, con l’Isola colpita a sud dal mare e sferzata dal continuo vento di scirocco e a nord, nel centrale Porto Mandracchio, con l’acqua alta che ha continuato a preoccupare per molte ore. Il picco all’una di notte con l’acqua che ha raggiunto tutte le vie circostanti e ha impedito ai veicoli di transitare addirittura anche sulle rotonde d’accesso all’Isola.

Diciotto i volontari messi in campo dalla protezione civile di Grado che hanno continuato, per tutta la notte, a monitorare la situazione e a prevenire eventuali danni a cose o persone. Squadra che anche in mattinata si è adoperata per aiutare chi si fosse trovato in difficoltà a svuotare cantine o stabili.

Scuola chiusa per tutta la giornata, mentre ieri sera, sia tramite i canali ufficiali che tramite i propri profili e pagine Facebook, gli amministratori di Grado hanno invitato i cittadini a rimanere nelle proprie abitazioni e ad uscire solo in caso di stretta necessità. Pochi, infatti, i curiosi che si sono avventurati tra i viali e tra le calli per sondare la situazione, già di per sé pericolosa.
In mattinata conta dei danni, specialmente in diga Nazario Sauro ricoperta da uno spesso strato di sabbia e conchiglie.

Articoli correlati
0 Commenti

L'APPELLO

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori