Home / Cronaca / Omicidio di Dignano: terminate le indagini preliminari

Omicidio di Dignano: terminate le indagini preliminari

Depositate in Procura le perizie informatiche sul delitto di Nadia Orlando, la 21enne di Vidulis ammazzata dal fidanzato

Omicidio di Dignano: terminate le indagini preliminari

Si avviano alla conclusione le indagini preliminari per l’omicidio di Nadia Orlando, la 21enne di Vidulis di Dignano uccisa, nella notte del 31 luglio dal fidanzato Francesco Mazzega. Anche le ultime perizie – quelle informatiche – sono state infatti depositate in Procura a Udine.

Gli agenti della Squadra Mobile di Udine e i tecnici della Polizia postale hanno scandagliato il contenuto dei telefoni dei due fidanzati, dei computer aziendali – entrambi lavoravano alla Lima di San Daniele - e del pc personale sequestrato in casa di Mazzega, a Spilimbergo. Sotto la lente anche i cellulari dei genitori dell’omicida reo-confesso e il computer trovato nella loro abitazione a Muzzana del Turgnano, dove Mazzega sta scontando i domiciliari.

L’esito delle analisi informatiche era l’ultimo tassello mancate prima della conclusione delle indagini. Sono già agli atti, infatti, la perizia del medico legale Carlo Moreschi, che ha eseguito l’autopsia sul corpo di Nadia, e le analisi scientifiche compiute all’interno dell’auto.

In questi mesi, non sono mancate le polemiche per la ‘lungaggine’ delle indagini. Ma il Procuratore capo Antonio De Nicolo ha chiarito che, anche se il 36enne ha confessato, non significa che la Procura non debba condurre tutte le analisi del caso sulle modalità esecutive dell’omicidio di Nadia, dato che alcune prove tecniche svolte non hanno confermato le dichiarazioni rese dal 36enne di Muzzana.

L’udienza preliminare potrebbe quindi essere fissata entro qualche mese. Se la difesa chiederà davanti al Giudice delle indagini preliminari il rito abbreviato, allora il giudizio sarà rapido. Altrimenti si andrà a dibattimento davanti alla Corte d’assise e i tempi inevitabilmente saranno più lunghi.

Articoli correlati
0 Commenti

L'APPELLO

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori