Home / Cronaca / Regeni, pressioni sul legale egiziano della famiglia

Regeni, pressioni sul legale egiziano della famiglia

La Procura di Roma ha aperto un fascicolo a carico di esponenti della National Security

Regeni, pressioni sul legale egiziano della famiglia

In queste ore la Procura di Roma ha deciso di indagare sulle pressioni ricevute in Egitto da Mohamed Lofty, uno dei consulenti della famiglia di Giulio Regeni al Cairo. Era stata l'avvocato Alessandra Ballerini, che segue i genitori del ricercatore friulano, a presentare un esposto.

Il fascicolo riguarderà personale della National Security di Nasr City, ufficio al quale appartengono alcuni degli ufficiali indagati dai pm capitolini nell'ambito dell'inchiesta per il sequestro, la tortura e la morte del giovane di Fiumicello.

“Un segnale davvero inquietante che non fa che rendermi sempre più certo della scelta fatta nelle scorse settimane di interrompere i rapporti con il Parlamento egiziano”, ha commentato il presidente della Camera, Roberto Fico. “La Procura di Roma ha fatto e sta facendo un lavoro straordinario, e ha il supporto di tutte le istituzioni”.

0 Commenti

IL CONCORSO

L'APPELLO

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori