Home / Cronaca / Senza cinture di sicurezza sfonda il parabrezza e viene sbalzato dal tir

Senza cinture di sicurezza sfonda il parabrezza e viene sbalzato dal tir

Questa la dinamica di un incidente avvenuto mercoledì scorso in A4. Il bilancio della Polizia Stradale di Udine

Senza cinture di sicurezza sfonda il parabrezza e viene sbalzato dal tir

Durante la scorsa settimana sono stati in tutto sette gli incidenti stradali rilevati dalla Polizia di Udine, di cui cinque in autostrada e due sulle altre strade, con un ferito coinvolto, mercoledì 6 febbraio, quando il conducente di un Tir ha perso il controllo del mezzo concludendo la sua corsa in un fossato dell'A4, lungo la carreggiata Trieste–Venezia. A causa di una distrazione o di un colpo di sonno, il camionista, a causa dell’impatto della cabina contro il fondo del fossato, è stato catapultato all’esterno dell’abitacolo, riportando lesioni piuttosto serie.
La Polizia Stradale di Palmanova, intervenuta per i rilievi, ha subito rilevato il mancato utilizzo della cintura di sicurezza, “bloccata” in posizione irregolare, metodo spesso adottato per far apparire corretto l’uso delle cinture, e che invece, come dimostrato dalla dinamica del caso, è stato la conseguenza delle lesioni patite dall’uomo, e avrebbe potuto portare a conseguenze ben più gravi se solo, come spesso accade in questi casi, il mezzo, prima di esaurire la sua corsa, lo avesse investito.

Nella settimana le pattuglie della Polstrada hanno proceduto al controllo di 257 autoveicoli ed elevate 216 violazioni che hanno portato al ritiro di 3 patenti e di 3 carte di circolazione. Il totale dei punti detratti dalle patenti dei conducenti poco ligi al Codice della Strada ammonta a ben 302 punti-patente.

Nella settimana in corso sono stati predisposti servizi specifici per il controllo dell’uso dei telefonini e delle cinture di sicurezza, nonché per il controllo dei veicoli commerciali nelle aree di servizio autostradali. Durante il fine settimana i servizi mirati per evitare le cosiddette stragi sabato sera; le pattuglie della Polizia di Stato, quindi, sottoporranno i conducenti alle verifiche con le apparecchiature per il rilevamento della presenza di alcool nell’aria espirata o droghe nella saliva.

0 Commenti

L'APPELLO

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori