Home / Cronaca / Tragedia di Gorizia, mercoledì l'autopsia

Tragedia di Gorizia, mercoledì l'autopsia

Si attendono elementi utili alle indagini dall'esame dei corpi delle tre vittime del crollo della palazzina di via XX Settembre

Tragedia di Gorizia, mercoledì l\u0027autopsia

È stata fissata per mercoledì l'autopsia sui corpi delle tre vittime del crollo della palazzina di via XX Settembre, a Gorizia.

Dall'esame autoptico si spera di poter ottenere elementi utili a chiarire le cause dell'esplosione che, alle 3.55 del 20 giugno, ha trasformato l'edificio in un cumulo di macerie.

La Procura della Repubblica di Gorizia ha affidato gli incarichi alle persone e ai professionisti interessati, ai quali il Comanda Provinciale dei Carabinieri ha notificato i provvedimenti. I primi cadaveri a riemergere erano stati quelli di Miha Ursic e Sabina Trapani, ritrovati a letto con i traumi tipici dello schiacciamento e cianotici, a confermare come avessero respirato del gas prima di morire.

Sarà, appunto, l'autopsia a definire se il decesso sia stato causato dal crollo o dall'intossicazione. Sul corpo di Fabrizio Facchettin, invece, erano state ritrovate anche buciature, come se fosse stato investito da una fiammata. E proprio questo particolare ha fatto ipotizzare che la fuga di gas sia partita dal suo appartamento al piano terra.

Le indagini, che procedono ancora a 360 gradi, si sono concentrate anche sulla figura di Facchettin, che stava attraversando un periodo non facile della sua vita e avrebbe potuto cercare un gesto estremo, ma gli inquirenti stanno esaminando con la massima attenzione anche alle tubature del gas.

0 Commenti

L'APPELLO

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori