Home / Cronaca / Udine continua la battaglia contro l’illegalità

Udine continua la battaglia contro l’illegalità

Il Comune stanzia 170mila euro per la demolizione di stabili abusivi. Confermate anche le guardie giurate in Borgo Stazione

Udine continua la battaglia contro l’illegalità

“Il 2019 sarà l’anno in cui entrerà a pieno regime la lotta di questa amministrazione all’illegalità”, dichiara l’Assessore alla Sicurezza del Comune di Udine, Alessandro Ciani. “Lo stesso bilancio - prosegue Ciani -, lungi dall’essere un documento meramente tecnico o contabile, recepisce la linea della Giunta in tema di sicurezza e legalità, come dimostra il fatto che sono previsti 170mila euro per la demolizione di edifici abusivi presenti in città grazie a uno stanziamento regionale risalente a vari anni fa e finora mai utilizzato, cui vanno aggiunti i fondi messi a disposizione dalla Giunta Fedriga per la sicurezza e i sistemi di videosorveglianza”.

“Occorre sempre ricordare - precisa Ciani - che il concetto di sicurezza non corrisponde solo al diritto dei cittadini di vivere tranquilli nel loro quartiere ma presuppone, più in generale, il rispetto della legge. Vivere nell’illegalità non è un diritto; è, invece, un dovere della politica lottare con ogni mezzo messo a disposizione dalla legge contro le zone d’ombra, di illegalità e criminalità che, purtroppo, a volte si vengono a creare soprattutto nelle periferie. Anche per questo abbiamo deciso di riportare la Polizia locale alle dipendenze del Comune di Udine, dopo la parentesi della gestione Uti, e di ricominciare ad assumere personale già da quest’anno”.

“Nel corso del 2019 proseguiremo anche con gli sgomberi mirati di appartamenti ed edifici occupati abusivamente, come abbiamo fatto lo scorso autunno con le due palazzine abbandonate in via Zilli, ripristinando in questo modo la normalità e restituendo ai residenti il diritto di vivere in un contesto fatto di sicurezza e legalità”.

“Sempre in tema di sicurezza, grazie ai finanziamenti ottenuti dalla Giunta Fedriga proseguiremo con il servizio particolarmente apprezzato delle guardie giurate in Borgo Stazione e in altre zone della città e daremo vita, con lo stanziamento di 400mila euro nel triennio 2019-2021, a un piano straordinario di implementazione dei sistemi di videosorveglianza”, conclude l’Assessore.

0 Commenti

IL CONCORSO

L'APPELLO

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori