Home / Cultura / Angelo Floramo e Andrea Bellavite a Komen

Angelo Floramo e Andrea Bellavite a Komen

Commovente presentazione trasfrontaliera: per la prima volta un autore italiano e uno friulano insieme sul Carso sloveno

Angelo Floramo e Andrea Bellavite a Komen

Lo scorso giovedì la Biblioteca di Komen, nel cuore del Carso sloveno, ha ospitato un evento emozionante e di grande rilevanza culturale, promosso e organizzato insieme al Kulturni dom di Gorizia. A Komen siamo stati testimoni di un vero e proprio incontro culturale “transfrontaliero” e multilingue”, con la presenza – per la prima volta – di uno scrittore friulano, Angelo Floramo e di uno scrittore goriziano Andrea Bellavite.

Angelo Floramo, noto scrittore friulano, ha parlato del suo ultimo libro, La veglia di Ljuba. Il testo consiste nel racconto della vita di Luciano Floramo e della sua famiglia, vicenda iniziata proprio a Sveto, frazione di Komen. Nel piccolo paese, nella difficile epoca dell’occupazione fascista precedente la seconda guerra mondiale, il protagonista – antifascista in esilio sul Carso - e la maestra del paese – chiamata da lui dolcemente “ljuba” (cara), si incontrano e danno vita alla loro storia d’amore, inserendosi con delicatezza e rispetto nella comunità locale. Dopo la guerra si trasferiscono in Friuli, proseguendo la loro interessante e avvincente saga familiare. Il figlio Angelo, presenti anche la sorella e altri parenti, ha ripercorso tali vicende, parlando in lingua slovena e condividendo con i tanti emozionati partecipanti all’incontro nomi, immagini e ricordi a lui narrati dal padre. Particolarmente toccante è stato il racconto della visita al cimitero, un'ora prima della presentazione, con uno speciale pensiero alle persone ivi sepolte e ancora vive nella memoria attraverso i ricordi trasmessi dai genitori.

Lo scrittore goriziano Andrea Bellavite, autore con Massimo Crivellari, invece si è soffermato sul bel libro fotografico “Il Carso”, edito della libreria Leg di Gorizia.

La commovente illustrazione del libro è stata preceduta dagli interventi di saluto della direttrice della Biblioteca di Komen, Marija Komenska, del sindaco di Komen, Erik Modic, del presidente del Kulturni dom di Gorizia, Igor Komel.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori