Home / Cultura / Concita De Gregorio per la Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne

Concita De Gregorio per la Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne

Appuntamento a Pordenone con la storia di Irina Lucidi, la donna alla quale il marito ha sottratto le figlie gemelle, poco prima di suicidarsi. Le piccole non sono mai state ritrovate

Concita De Gregorio per la Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne

L’autunno del Teatro Verdi di Pordenone, che aderisce alla Settimana contro la violenza sulle donne promossa dal Comune in partnership con molti enti e associazioni, anche quest’anno è un progetto organico per coinvolgere il pubblico attraverso incontri ed eventi scenici. Domenica 25 novembre, alle 20.45 sarà lo spettacolo “Mi sa che fuori è primavera”, diretto da Giorgio Barberio Corsetti, a suggellare la Giornata Mondiale contro la violenza sulle Donne a Pordenone. In scena l’attrice Gaia Saitta, che firma anche l’adattamento teatrale. Il libro di Concita De Gregorio racconta, infatti, la storia di Irina Lucidi, un caso di cronaca tristemente noto. Irina è la donna alla quale il marito sottraeva due anni fa le figlie, due bimbe gemelle, poco prima di suicidarsi. Le piccole non sono mai state ritrovate. Lo spettacolo rientra nel percorso Tra letteratura e teatro”, promosso dal Teatro Verdi di Pordenone per la consulenza artistica di Natalia Di Iorio, in collaborazione con pordenonelegge e con il sostegno di Fondazione Friuli.

Valore aggiunto del progetto sarà l’incontro con Concita De Gregorio domenica 25 novembre, alle 11 al Ridotto del Teatro Verdi: nella Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne Concita De Gregorio racconterà come è nato quel testo, figlio dell’incontro con la protagonista di una storia reale.

Il progetto 2018 del Teatro Verdi per la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, si completa sabato 24 novembre con l’evento di premiazione del concorso “In prima persona con Stefano”, promosso da In Prima Persona e Liceo Grigoletti di Pordenone, in programma alle 17 nel foyer del Verdi. Interverranno Nicola Mannucci, Presidente dell’Associazione “In Prima Persona - Uomini contro la violenza sulle donne”; Guglielmina Cucci, Assessora Pari opportunità del Comune di Pordenone; Giovanni Lessio, Presidente Teatro Verdi Pordenone; Gaia Saitta, protagonista dello spettacolo “Mi sa che fuori è primavera”, in scena al Teatro Verdi Pordenone il 25 novembre. Il concorso "In prima persona con Stefano" nasce da parte dall'Associazione "In Prima Persona - Uomini contro la violenza sulle donne", nata a Pordenone nel 2016, per ricordare uno dei suoi primi fondatori, Stefano Tessadori, architetto e docente di disegno e storia dell'arte al Liceo Grigoletti, prematuramente scomparso all'inizio di quest'anno.

Biglietti per lo spettacolo “Mi sa che fuori è primavera” sono disponibili on-line e in Biglietteria – infoline: 0434 247624 www.comunalegiuseppeverdi.it - gli altri appuntamenti sono ad ingresso libero e gratuito.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori