Home / Cultura / L'Alighieri fa il pienone a Gorizia con la Notte Nazionale del Liceo Classico

L'Alighieri fa il pienone a Gorizia con la Notte Nazionale del Liceo Classico

Soddisfazione di alunni e docenti. Tucci: "Ormai è un appuntamento tradizionale"

L\u0027Alighieri fa il pienone a Gorizia con la Notte Nazionale del Liceo Classico

Continua il successo a Gorizia per la Notte Nazionale del Liceo Classico, iniziativa a livello italiano rappresentata nel goriziano dall’Istituto Dante Alighieri che, in un’unica serata, ha registrato una folta presenza, sempre maggiore negli anni con la soddisfazione di docenti e alunni. E se tanti sono stati gli ex allievi ed i parenti degli attuali studenti, in molti semplici cittadini, curiosi o appassionati hanno deciso di partecipare alla serata. Dalle conferenze alla musica, dall’arte al teatro. Numerose le discipline ma tanti, anche, gli alunni che si sono messi alla prova.

“Il programma anche quest’anno è molto ricco ed il pubblico ha avuto sempre un costante ricambio” ha sottolineato Rosy Tucci, insegnante responsabile del progetto per la scuola goriziana. “La proposta piace: ormai, mi è parso di capire, è diventato un appuntamento tradizionale che piace ai goriziani. Oltre al nuovo pubblico abbiamo numerosi habitué”. Ma è anche un momento, per chi non è più uno studente, durante il quale ritrovarsi e scambiare quattro chiacchiere con persone che non si vedono da tanto tempo. E chi, come Annalisa, pur non avendo frequentato, si ritrova puntualmente alla Notte con un’amica. “Ci ritroviamo in modo tacito”, spiega, raccontando che, benché abbia finito le scuole superiori da tempo, “ci fa piacere ritrovarci così”.

“Aprire le porte di questo liceo in orario serale significa poter proporre a chi non lo frequenta quotidianamente ciò che viene offerto in questo istituto come la musica, la danza e le altre arti” racconta Samuel, di quarta, che non si è perso nemmeno un’edizione. O Gioele che descrive la serata come “l’unione di molte amicizie e molte passioni, come quella per il teatro e la cultura, visto che gli argomenti sono molti e ci son tanti relatori che parlano di vari argomenti che trattiamo anche durante le lezioni”.

Per Marco, invece, è “un appuntamento culturale da non perdersi assolutamente” e “un’occasione per i ragazzi che ancora non hanno scelto la scuola superiore di approcciarsi alle lingue classiche”, mentre Sophia racconta come “al classico siamo ormai una famiglia e da cinque anni è bello incontrarsi. Anche le conferenze sono molto interessanti”. Elena, infine, la racconta come “oltre ad essere un momento per riunirsi in compagnia è un mezzo per conoscere meglio i classici che magari sono legati più al nostro ambiente e, perché no, trarne insegnamenti utili anche per la vita di tutti i giorni”.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori