Home / Cultura / Sulle tracce delle popolazioni che abitarono il Fvg e l’Istria

Sulle tracce delle popolazioni che abitarono il Fvg e l’Istria

Sulle tracce delle popolazioni che abitarono il Fvg e l’Istria

Il Ciclo di conferenze si aprirà a Trieste domenica 2 dicembre con l’intervento di Claudio Zaccaria, già docente di epigrafia e antichità romane all’Università giuliana

Il Civico Museo d’Antichità “J.J. Winckelmann” e la Comunità Croata di Trieste, nell’ambito della mostra  curata dal Museo Archeologico di Zagabria  “Iapodes – Il popolo misterioso degli altopiani dell’Europa centrale “ ed esposta nel Museo a Trieste, organizzano un Ciclo di conferenze di approfondimento dal titolo “IAPODES e noi”.

Nel corso del mese di dicembre, nella Sala conferenze del Museo (piazza della Cattedrale 1 e via della Cattedrale 15) saranno presentati alcuni interessanti approfondimenti sui popoli, che nello stesso periodo abitarono le zone limitrofe del Friuli Venezia Giulia e dell’Istria, e sulla storia dei castellieri.
Il Ciclo di conferenze si aprirà domenica 2 dicembre (alle ore 11.00), con l’intervento di Claudio Zaccaria, già docente di epigrafia e antichità romane all’Università di Trieste, che proporrà una lettura commentata delle fonti degli autori romani e delle epigrafi, uniche testimonianze scritte di queste genti che non conoscevano la scrittura. Nel suo approfondimento dal titolo “L’immagine degli Iapodes nelle fonti antiche”, il professor Zaccaria presenterà questo popolo attraverso le parole di coloro che ne vennero in contatto, non scevre dai toni della propaganda romana: un popolo montanaro, pacifico o bellicoso?

Domenica 9 dicembre (ore 11.00), si parlerà invece dei “Giapidi a Nord-Est di Tergeste: dalle fonti storiche ai dati geoarcheologici” con l’intervento di Paolo Paronuzzi, docente di Geologia Applicata presso l’Università di Udine. Domenica 16 dicembre (alle 11.00), Maša Sakara Sučević, curatrice e consulente museale per la parte archeologica del Museo Regionale di Koper-Capodistria approfondirà il tema de “I castellieri del litorale sloveno”.

La mostra ospitata al Civico Museo d’Antichità “J.J. Winckelmann” (ingresso libero, dal 16 novembre fino al 17 febbraio 2019) presenta 133 reperti provenienti dal Museo Archeologico di Zagabria che illustrano la cultura materiale degli Iapodes, abitanti dell’area montana della Croazia e della Bosnia nord-occidentale, tra la fine dell’età del bronzo (fine del X secolo a.C.) e la conquista romana del 35 a.C.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori