Home / Economia / Bcc: 85 euro al mese per il rinnovo del contratto nazionale

Bcc: 85 euro al mese per il rinnovo del contratto nazionale

First Cisl: "Ora aspichiamo che il confronto possa procedere speditamente per un accordo quadro anche sulla mobilità"

Bcc: 85 euro al mese per il rinnovo del contratto nazionale

“È stata una corsa a ostacoli durata cinque anni e resa ancora più complessa dalla riforma del sistema del credito cooperativo, ma finalmente abbiamo il contratto. Adesso auspichiamo che il confronto possa procedere speditamente con i gruppi che si sono costituiti per addivenire ad un accordo quadro anche sulla mobilità, cosa che comporterebbe un costo negoziale limitato e maggiori garanzie per tutte le parti in gioco: sarebbe l’occasione propizia per riaffermare con forza le caratteristiche solidaristiche proprie del credito cooperativo”: è il commento del segretario nazionale di First Cisl, Pier Paolo Merlini, alla firma, avvenuta ieri sera, del rinnovo del contratto nazionale di lavoro per i 35.000 dipendenti del sistema del credito cooperativo, che era scaduto il 31 dicembre 2013.

“Sotto il profilo economico – aggiunge Giovanni Sentimenti, referente nazionale di First Cisl del settore del credito cooperativo – possiamo essere soddisfatti dall’intesa raggiunta per l’aumento di 85 euro mensili sulla figura media con decorrenza primo gennaio 2019, senza misure compensative a carico dei colleghi, come invece Federcasse avrebbe preteso sino all’ultimo istante, mentre per quanto attiene alla mobilità dei dipendenti, intesa come passaggio dalle singole aziende ai nuovi gruppi, siamo riusciti a sterilizzare l’effetto del jobs act”.

0 Commenti

Cronaca

Spettacoli

Sport news

Politica

Cultura

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori