Home / Economia / De Toni nuovo direttore scientifico del Cuoa

De Toni nuovo direttore scientifico del Cuoa

Il rettore di Udine chiamato dall’importante business school italiana

De Toni nuovo direttore scientifico del Cuoa

Alberto De Toni, rettore dell’Università di Udine fino alla primavera del prossimo anno, è il nuovo direttore scientifico della scuola del Cuoa, il Centro Universitario di Organizzazione Aziendale, con sede ad Altavilla Vicentina, tra le più importanti Business School italiane e da 60 anni svolge attività di formazione e diffusione della cultura imprenditoriale e manageriale, rivolta a imprenditori, manager, professionisti e giovani neolaureati.

L’arrivo del nuovo direttore scientifico della scuola conferma due tendenze: la prima è che la via intrapresa dalla presidenza di Federico Visentin è totalmente improntata al rafforzamento della Business School, con un approccio che parte dal cuore formativo e dalla sempre elevata qualità delle proposte, attente alla comprensione dei fenomeni internazionali, delle dinamiche di mercato e quindi delle esigenze concrete delle imprese.

La seconda tendenza è dettata dall’andamento della Business School che in questi anni ha raggiunto ottimi risultati e che oggi è proiettata a rafforzare la propria presenza sul mercato nazionale e ad aprirsi sempre di più all’internazionalizzazione, con un tratto distintivo e differenziante, di forte appeal per gli stranieri, cioè la forte specializzazione sul tema dell’imprenditorialità e dei modelli di business di successo per le piccole e medie imprese, che sono l’espressione del territorio per il quale la scuola è già punto di riferimento.

Ma questo è solo l’inizio. Infatti la stagione di rinnovamento è appena partita: il Cuoa si pone come hub che intende studiare gli elementi esterni come fattori strategici del proprio sviluppo, ecco perché registrare la temperatura del proprio target di riferimento, l’impresa, è un fatto determinante.

“Il Cuoa di oggi è proiettato a una sempre più alta qualità e a una sempre più forte presenza al fianco delle imprese – ha spiegato il presidente Federico Visentin –. Le nostre aziende hanno bisogno di punti di riferimenti solidi per la formazione del capitale più prezioso di cui dispongono: le persone. L’attività per cui la nostra scuola è già conosciuta e riconosciuta trova nuovo slancio e nuovi percorsi di sviluppo. Ringrazio De Toni per aver accettato di accompagnarci in questo percorso, ambizioso e sfidante, proiettato a fare del Cuoa una scuola di riferimento in Italia e un polo attrattivo per giovani, manager e imprenditori di tutto il mondo, che vogliono conoscere da vicino un modello vincente, quello delle nostre imprese del Nordest d’Italia, che hanno dimostrato resilienza e hanno saputo battere ben due crisi”.

0 Commenti

Cronaca

Spettacoli

Sport news

Politica

Cultura

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori