Home / Economia / Il Fvg lancia la digitalizzazione delle costruzioni

Il Fvg lancia la digitalizzazione delle costruzioni

Tempo di bilanci per Cantiere 4.0, il filone di attività di Industry Platform 4 FVG per la trasformazione digitale

Il Fvg lancia la digitalizzazione delle costruzioni

Favorire l’adozione di tecnologie digitali nell’intera filiera delle costruzioni, sia nel settore privato che in quello pubblico. È questo l’obiettivo di Cantiere 4.0, il filone di attività di Industry Platform 4 FVG, il digital innovation hub regionale, nato da un protocollo di intesa siglato lo scorso novembre da Area Science Park, ente nazionale di ricerca e innovazione, il Distretto delle Tecnologie Digitali FVG (Ditedi), l’Associazione Regionale Comuni del Friuli Venezia Giulia e l’Ance Pordenone Trieste.

Cantiere 4.0 promuove l’introduzione della cultura digitale nell’intera filiera delle costruzioni attraverso una serie di iniziative dedicate a professionisti, imprese ed enti pubblici. Si tratta di corsi di alfabetizzazione e informazione, workshop di formazione e aggiornamento, attività di supporto assistenza tecnica. “Alfabetizzazione, formazione e aggiornamento professionale, supporto e assistenza ai comuni sono gli asset su cui abbiamo costruito Cantiere 4.0” ha dichiarato Stefano Casaleggi, direttore generale di Area Science Park. “Il Friuli Venezia Giulia è la prima regione in cui si introducono queste tecnologie a livello sistemico, coinvolgendo tutti le realtà attive sul territorio".

Cantiere ha già avviato e concluso il primo ciclo di attività: il percorso formativo il “BIM e Pubblica Amministrazione”, un piccolo raodshow strutturato in 4 moduli (16 ore totali) che ha fatto tappa a Trieste, Udine e San Vito al Tagliamento. Al percorso hanno partecipato circa 350 tra professionisti (50% degli iscritti proviene da ordini professionali – ingegneri, architetti, periti e geometri), imprese (30% degli iscritti) e stazioni appaltanti (20% degli lavorano per comuni, regioni ect).

Nel corso della conferenza stampa a cui hanno partecipato Alessia Rosolen, Assessore al lavoro, formazione, istruzione, ricerca, università e famiglia della Regione FVG, Stefano Casaleggi, Direttore Generale di Area Science Park, Mario Pezzetta, Presidente di DITEDI, Roberto Contessi, Presidente di Ance FVG, Valerio Pontarolo, Rappresentante di Ance FVG e Alessandro Fabbro, Segretario Generale di Anci FVG, sono state presentate le iniziative che saranno programmate dopo l’estate.

La maggior parte saranno dedicate a informazione e approfondimento sul BIM, Building Information Modeling, una metodologia di approccio al progetto e alla realizzazione di un’opera, già ampiamente utilizzata in molti Paesi Europei, che permette un risparmio in termini di tempo e risorse economiche. Saranno organizzati un ciclo di aperitivi in cui i pionieri del BIM sono chiamati a raccontare la loro esperienza, sono imprenditori, professionisti, stazioni appaltati e imprese ICT. Questi e altri soggetti entreranno a far parte di un catalogo in cui sono raccolti casi studio di realtà che hanno già sperimentato con successo l’utilizzo della metodologia.

Accanto agli incontri informativi è previsto un corso di BIM Coordinator con certificazione ICQM per formare figure professionali a supporto della digitalizzazione dell’intera filiera delle costruzioni. Ci sarà, inoltre, una stretta collaborazione con le scuole Edili Ance affinché gli studenti possano sperimentare presso i cantieri didattici nuove tecnologie e metodi di applicazione.

Ma non ci saranno solo corsi di formazione. Per imprese, professionisti e stazioni appaltanti ci sarà la possibilità di sperimentare e testare le infrastrutture tecnologiche presso i nodi territoriale di IP4FVG. È, infine, prevista un’attività di supporto e accompagnamento alla digitalizzazione delle stazioni appaltanti presso alcuni comuni selezionati.    

0 Commenti

Cronaca

Politica

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori