Home / Economia / La galassia Cimolai festeggia i 70 anni

La galassia Cimolai festeggia i 70 anni

Grande festa, il 25 maggio a San Quirino, per l'azienda fondata nel 1949 a Fontanafredda

La galassia Cimolai festeggia i 70 anni

Le aziende Cimolai compiono 70 anni e si preparano a celebrare il traguardo con una festa il 25 maggio, a partire dalle 17 alla Armando Cimolai Centro servizi di San Quirino. All’evento, fortemente voluto dai fondatori Armando e Albina Cimolai, parteciperanno le autorità e i dipendenti di tutte le aziende ed i loro familiari a dimostrazione di come “l’universo” Cimolai sia profondamente radicato nel territorio. un territorio sottolineano i fondatori – la cui cultura imprenditoriale, fatta di un’operosità e una tenacia non comuni, è riuscita ad affermarsi su scala mondiale.

Quella delle aziende Cimolai, specializzate nelle costruzioni in acciaio e nei sistemi di movimentazione e sollevamento, è una storia vissuta all’insegna di grandi sfide, affrontate e vinte.  Tutto ha inizio nel lontano 1949 quando il giovanissimo Armando Cimolai apre una piccola officina, nella cui conduzione, pochi anni dopo, verrà affiancato dalla moglie Albina. Nel 1953 avviene il primo sviluppo di tipo industriale con il trasferimento dell’attività in viale Grigoletti a Pordenone e il passaggio nel 1963 in Viale Venezia. Verso la metà della decade successiva prende il via una crescita inarrestabile: nel ’74 sorge lo stabilimento di Polcenigo, nell’84 quello di Roveredo in Piano e nel 1991 Armando ed Albina fondano a San Quirino l’Armando Cimolai Centro Servizi. Nel 1994, in collaborazione con la figlia Ivana, avviano a San Quirino Borgo Delle Rose, azienda vitivinicola oggi guidata da Ivana Cimolai.

Nel 2003, in concomitanza con l’espansione dei mercati esteri, viene creata a San Giorgio di Nogaro un’unità produttiva destinata alla realizzazione di tubi di grande diametro e scafi per navi.

Nel 2006 Armando e Albina lasciano spazio ai figli. La Cimolai Technology passa al figlio Roberto, mentre la Cimolai Spa è guidata da Luigi. L'azienda negli anni ha costruito alcune opere faraoniche nel mondo tra cui le paratie per il nuovo Canale di Panama, il tetto dello stadio di Pechino in occasione delle Olimpiadi in Cina, la stazione della metropolitana a Ground Zero e il sarcofago per il reattore nucleare d di Chernobyl, oltre a "The Vessel"  una sorta di Torre Eiffel nel cuore di New York, da poco inaugurata.

Recentemente Cimolai aveva anche partecipato alla gara per la ricostruzione del ponte di Genoa su progetti dell’architetto Santiago Calatrava, pur non ottenendo l’aggiudicazione. L’azienda, conta circa 3000 dipendenti e ha un fatturato di oltre 500 milioni di euro all’anno. 

0 Commenti

Cronaca

Politica

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori