Home / Economia / Via della Seta, non lasciare sola Trieste

Via della Seta, non lasciare sola Trieste

La presidente di FriulAdria Mio interviene sugli accordi con la Cina

Via della Seta, non lasciare sola Trieste

“Sulla Via della Seta non bisogna lasciare da soli il porto di Trieste, la politica e gli imprenditori locali". E’ questa la posizione della presidente di FriulAdria, Chiara Mio, che oggi ha concesso una lunga intervista all’Ansa. "Dire di no all'ingresso della Cina non serve a molto, ma non può mancare la presenza della politica. Nella negoziazione bilaterale Italia-Cina o peggio, Cina-Trieste, non c'è dubbio che sappiamo già dire chi vincerà".

"E' una partita molto pesante", ha detto ancora Mio, parlando del Memorandum, "e l'Italia deve giocarla in Europa perché su questo tema si giocano i prossimi 50 anni. Servirebbero nuovi statisti europei, alla Schumann, perché avremo bisogno di pensare all'Europa che superi l'egoismo dei singoli".

1 Commenti
infoarmando47@gmail.com

Ma allora lei non vede grandi statisti in Salvini, Di Maio, Conte, Moavero ………???

Cronaca

Politica

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori