Home / Gusto / A Pordenone è partita Cucinare

A Pordenone è partita Cucinare

Riflettori puntati su Tessa Gelisio e Pietro Leeman. Entra nel vivo il calendario di eventi in fiera

A Pordenone è partita Cucinare

Dopo la prima giornata con i riflettori puntati su Tessa Gelisio e Pietro Leeman, entra nel vivo la settima edizione di Cucinare, Salone dedicato all’enogastronomia e alle tecnologie per la cucina in corso alla Fiera di Pordenone ancora domenica 10 e lunedì 11 febbraio; padiglioni aperti dalle 9.30 alle 19.30.

Ricchissimo il programma di domenica, di solito la giornata più affollata in fiera. Nell’Arena Crédit Agricole FriulAdria il calendario si apre alle 10 con il talk show cooking di Davide Paolini, scrittore, giornalista, ideatore di eventi enogastronomici ma soprattutto gastronauta, dedicato alla filiera del latte e realizzato in collaborazione con l’azienda Venchiaredo e lo chef Federico Mariutti di Osteria Turlonia. Ci spostiamo a Chioggia alle 12 per scoprire tutti i segreti del tipico antipasto locale, le sarde in saor, che saranno preparate rigorosamente con la ricetta veneziana: cipolle bianca di Chioggia, pinoli e uvetta, cotte con aceto e caramellate. Lo show cooking è realizzato in collaborazione con Mareadentro Chioggia, organizzatore della manifestazione Sapori di Mare in programma alla Fiera di Pordenone dal 22 al 24 marzo.

Segue alle 13.30 uno show cooking di Marco Talamini, chef del Ristorante La Torre di Spilimbergo e dedicato alle tradizioni della cucina regionale. L’evento è realizzato in collaborazione con Terre del FVG e il giornalista Giuseppe Ragogna. E’ in programma alle 15 l’incontro forse più atteso della giornata: Damiano Carrara, l’amatissimo pasticcere di Bake Off Italia, star di Food Network America e Cake Star presenterà il suo libro "Nella vita tutto è possibile" in un talk show condotto da Valentina Gasparet, curatrice di Pordenonelegge, e ci farà scoprire una sua ricetta rivisitata da Federico Mariutti chef di Osteria Turlonia. L’evento è curato da Fondazione Pordenonelegge.

La dolcezza farà da filo conduttore alla masterclass di Luigi Biasetto "Senza dolce non e' vita" in programma alle  16.30 che dimostrerà ai visitatori come i dolci, oltre che una gratificazione per lo spirito, sono anche un prezioso sostegno al corpo.

Conclude il programma nell’arena, alle 18.30, lo show cooking di Davide Larise "La cucina naturale Friulana" che porterà il pubblico a scoprire come creare un piatto utilizzando ingredienti coltivati in modo naturale da piccoli produttori regionali. Parole d'ordine: stagionalità, gusto e colore. L’evento è curato da Gianna Buongiorno e Francesca Casali di Exigo Media Events.

In Sala Cucinare 1 la giornata si apre con lo show cooking di Marco Talamini “Risveglio nelle terre del Friuli Venezia Giulia”, dedicato ad una sana e adeguata colazione, alle 11.30 è in programma il seminario "La spesa trasparente: come leggere le etichette per un acquisto consapevole" a cura di Annalisa Sandri, food blogger di Manca il Sale, e Barbara Bevilacqua. Si accendono i fornelli alle 13.30 per lo show cooking di Marco Valletta che ha come protagonista la trotta cucinata in uno scrigno di pasta. L’evento è realizzato in collaborazione con API, Associazione Piscicoltori Italiani, e Aquafarm, mostra convegno sulla produzione sostenibile di alimenti in acqua in programma alla Fiera di Pordenone il 13 e 14 febbraio.

I bambini saranno i protagonisti del laboratorio in programma alle 14.30, dal titolo “Pasta a colori”, che trasformerà le verdure in cibi colorati da assaporare con piacere. Seguiranno una degustazione di vini a cura di FIisar e una di birre: excursus sull’origine, sulle materie prime e sugli stili della bevanda più antica del mondo a cura di Vincenzo Dal Pont, beer sommelier e Palagurmè.

Sala Cucinare 2 si apre alle 10.30 con un laboratorio per bambini "Merenda: pane, burro e marmellata" realizzato in collaborazione l’Associazione Italiana Celiachia Fvg, alle 12 Davide Larise  preparerà un piatto salutare in collaborazione con il medico Paolo Callegari. L’obiettivo è unire due competenze per soddisfare palato, corpo e spirito.

Alle 13.30 Paolo Ianna, wine consultant e curatore degli eventi della rassegna Vinum farà scoprire ai visitatori l’importanza di servire il vino nel bicchiere giusto. Titolo della degustazione: "La forma fa la differenza: anche il bicchiere ha un gusto". Seguirà alle 15 un seminario per genitori alle prese con bambini poco appetenti: "Mamma che schifo! Il cibo dal punto di vista del bambino”. Esperti di formazione e medici spiegheranno perché i bambini fanno i capricci e suggeriranno qualche “sana”" strategia per mamma e papà. Alle 16.30 è in programma una degustazione dal titolo molto evocativo "Il pane degli alberi". Stefano Basello è il cuoco del ristorante Il Fogolar al “Là di Moret” che ha pensato di far rivivere gli alberi abbattuti dal recente maltempo a Sappada utilizzando la loro corteccia per fare una speciale farina detta anche “farina di sussistenza”, utilizzata per produrre del pane speciale. Il pubblico potrà ascoltare la storia di questa antica tradizione e assaggiare i pani speciali preparati. L’incontro è curato da Food-Etica e presentato da Gianna Buongiorno. Chiude il programma della sala Cucinare 2 alle 18 una degustazione di birre con Chiara Andreola la giornalista beer lance curatrice degli eventi di Beer&Co e dedicata a scoprire i diversi stili.

Tanti compagni di viaggio sono presenti con le proprie iniziative alla Fiera Cucinare 2019. Coop Alleanza 3.0 ha allestito uno spazio in cui i soci possono testare i nuovi prodotti Coop partecipando alla valutazione delle caratteristiche e delle qualità organolettiche delle linee a marchio. In programma anche molte attività didattiche per i bambini legate al consumo consapevole: insegnare a mangiare correttamente e a leggere le etichette nutrizionali va di pari passo con la corretta valorizzazione del cibo e delle eccedenze che inevitabilmente si creano.

Continua la carrellata di “stelle del territorio” nell’area curata da Ascom - Fipe e denominata Pordenonecucina dove sono protagoniste le migliori cucine della provincia di Pordenone che presentano al pubblico le ricette che le hanno rese famose.

Domenica saranno presenti le brigate dei ristoranti Fossamala di Fiume Veneto, Ca' Naonis di Pordenone, Da Afro di Spilimbergo. Un “incontro piccante” concluderà il programma di Pordenonecucina: una ricetta a sorpresa nata dall’incontro tra  l'Associazione Pietro Querin - Club del Baccalà e il  Capsicum venerabile Arciconfraternita del peperoncino piccante. Sempre molto animata l’area allestita sullo stile di masterchef e organizzata da PromoTurismoFVG in collaborazione con il Comitato Regionale Pro Loco FVG e la Strada dei Vini e Sapori Friuli Venezia Giulia. Qui i protagonisti sono i visitatori di Cucinare che vengono coinvolti nella preparazione di piatti tipici seguendo le indicazioni dei cuochi di sei Pro-Loco regionali: tutti possono così imparare a cucinare, il frico alle erbe spontane, il Gust’Asìno, o le crespelle verdi con zucca e montasio.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori