Home / Gusto / Anja Östermann ospite al Palagurmé

Anja Östermann ospite al Palagurmé

La cultura del cibo e del vino come “cura” nella battaglia di una donna contro il tumore: appuntamento giovedì 29 alle 20.30 con la presentazione de 'L’Ospite Indesiderato'

Anja Östermann ospite al Palagurmé

La cultura del cibo e del vino come “cura” nella battaglia di una donna contro il tumore. E' questo il senso del libro autobiografico 'L’ospite indesiderato', scritto da Anja Östermann, tedesca che da anni vive a Portogruaro. L'appuntamento per scoprire la sua storia è per questa sera, giovedì 29 novembre, alle 20.30 nella sala convegni di Palagurmé a Pordenone.

Un evento culturale per raccontare come una situazione dolorosa di malattia possa rivelarsi un'esperienza di vita, piena di piccoli piaceri e amicizie capaci di essere una “cura” per lo spirito. Supportata dal duetto musicale Zilansky, da lettrici appartenenti al gruppo delle Ribolline e dalla nutrizionista Sara Bortolozzo, la scrittrice spiegherà come ha vissuto l’esperienza del cancro e come scegliere prodotti e ingredienti di qualità possa aiutare a superare momenti difficili causati dalla malattia. Senza contare l’eccezionale apporto emotivo dato da una compagnia allegra e solidale. Alla presentazione segue una degustazione di ribolla gialla.

Sono le emozioni a guidare l’incontro con Anja Östermann. Il suo libro, breve e di veloce lettura, ha il pregio di arrivare dritto al cuore del lettore, soprattutto perché rappresenta il racconto della vita vera di una donna che potrebbe essere una qualunque donna. Il suo ospite indesiderato è un tumore al seno che ha rimesso in gioco ogni valore in cui credeva e che è diventato un compagno di percorso con cui convivere, al di là di tutto. Apprezzare ogni singolo piccolo piacere della quotidianità diventa un mantra: dall’amore del marito, alla compagnia delle amiche, il sorriso dei figli, il benessere del cibo e del vino, soprattutto se Ribolla Gialla (vino tanto amato da Anja). Ribolla che sarà poi possibile degustare grazie alle Cantina Valentino Butussi, Cantina Muzic, Cantina Pitars e l’Azienda agricola Guerra Dario.

L’evento, proprio perché strutturato in modo particolare, ha l’obiettivo di sensibilizzare il pubblico e renderlo partecipe dell’emozione che un buon piatto e un buon bicchiere di vino possono dare in certe fasi della vita, in particolare se condivisi con persone amate e di riferimento emotivo. L’appuntamento si inserisce in una serie incontri specifici sull’interpretazione del ruolo del food&beverage in chiave culturale. La presentazione di questo libro è completata dall’approfondimento scientifico di Sara Bortolozzo, nutrizionista specializzata nell’alimentazione sportiva, che darà informazioni e ragguagli sul tipo di regime alimentare più indicato in casi di malattie oncologiche.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori