Home / Il Friuli / Il Friuli in edicola, 22 gennaio 2016

Il Friuli in edicola, 22 gennaio 2016

Cento stipendi d’oro la casta non molla - Molti dirigenti della Regione guadagnano più della presidente Serracchiani e anche se sbagliano non possono essere licenziati. Per lo meno fino a oggi

Il Friuli in edicola, 22 gennaio 2016

“Quell’angelo sempre con noi” - Il presepe della scuola primaria ‘Marconi’ di Castions di Strada quest’anno è speciale: i compagni di classe, i loro genitori e le maestre hanno ricordato in ogni dettaglio dell’opera il piccolo Matteo Mondini, scomparso a 6 anni, lo scorso agosto, a causa di una cardiopatia
Sono numerosi i presepi allestiti nelle scuole in occasione delle ultime festività natalizie, ma uno di loro quest’anno ha avuto un significato molto speciale. È quello allestito dai bambini della seconda classe della scuola primaria ‘Marconi’. Con la collaborazione delle insegnati e dei genitori, infatti, hanno creato qualcosa che potesse ricordare ai genitori del piccolo Matteo Mondini che i suoi compagni e amici non lo hanno dimenticato e, anzi, proprio con quest’opera vogliono far sentire la loro vicinanza durante il primo Natale senza lui.
LEGGI IL RESTO NEL NUMERO IN EDICOLA

Dirigenti in Regione: ecco gli stipendi d’oro - Nella macchina amministrativa del Fvg lavorano 23 ‘vertici’ che percepiscono più di 121mila euro lordi all’anno
Nel 2014, il suo primo anno d’attività piena, Debora Serracchiani ha dichiarato al fisco un reddito lordo pari a 121mila euro, che equivale allo stipendio che spetta al presidente della giunta del Fvg. Tuttavia, nonostante sia al vertice della  nostra Regione, la governatrice del Friuli Venezia Giulia non è la persona meglio pagata dell’amministrazione regionale.
LEGGI IL RESTO NEL NUMERO IN EDICOLA

Stretta sui furbetti del cartellino - Pubblica amministrazione - Tempi più rapidi per punire chi timbra e non va al lavoro: sospensione da servizio e stipendio entro 48 ore e procedimento disciplinare da chiudere entro 30 giorni. Rischia il posto anche il dirigente che si volta dall’altra parte
Procedure più spedite per punire i fannulloni del settore pubblico e maggiori responsabilità per i dirigenti. Sono queste, in sintesi le novità del decreto sulla Pubblica amministrazione approvato in questi giorni dal Consiglio dei ministri.
LEGGI IL RESTO NEL NUMERO IN EDICOLA

Vissero per sempre felici e indipendenti - In aumento i matrimoni civili e le convivenze. Ma i fattori che mettono in crisi le relazioni non fanno distinzioni tra chi ha l’anello al dito e chi ha preferito un legame non istituzionale. Al primo posto, tra gli elementi di instabilità, ci sono i problemi economici
C’è l’amore, certo. Ma, oltre al sentimento, norme e leggi che hanno regolato per molto tempo la vita di coppia oggi sono messe in discussione. La società cambia, si modifica e si adatta alle mutate condizioni esterne. Fino a pochi anni fa era impensabile parlare di pari diritti per le cosiddette ‘coppie di fatto’, quelle che convivono. In questi giorni, in Parlamento, si discute la proposta di legge Cirinnà che riguarda proprio le unioni civili.
LEGGI IL RESTO NEL NUMERO IN EDICOLA

Casaupa ‘silenzia’ la musica, ma così rischia di chiudere - Il circolo Arci del Villaggio del Sole ha sospeso concerti e djset in sede in attesa di un chiarimento con le autorità cittadine, specie sulle modalità di tesseramento dei soci. Il presidente Zuccolo: “Un’inattività prolungata metterebbe in forse la nostra sopravvivenza”
Casaupa mette il silenziatore e annulla tutte le attività musicali organizzate in sede. La scorsa settimana il circolo Arci del Villaggio del Sole ha comunicato la sospensione a tempo indeterminato di tutte le attività legate a concerti e djset.
LEGGI IL RESTO NEL NUMERO IN EDICOLA

Assistenza agli anziani,  rivoluzione fatta in casa - Cordenons - Tre anni fa è nata la prima struttura privata della provincia, grazie all’intuizione di Clara Drulea, ex badante diventata imprenditrice dopo un’eredità ricevuta. Oggi ospita quattro persone a ‘Villa Mariucci’: prezzi contenuti e ambiente familiare hanno avuto successo. Così il modello si sta replicando
Una nuova modalità di assistenza per gli anziani sta prendendo piede nel Friuli Occidentale, proprio mentre divampa la polemica sulla fusione delle case di riposo ‘Casa Serena’ e ‘Umberto I’  a Pordenone. Si tratta delle case-famiglia privata, un’alternativa più economica rispetto alle strutture classiche, le quali però restano determinanti per i non autosufficienti. Ambiente familiare (pochi ospiti, tutti autonomi), nel quale si dorme e si mangia come si fosse a casa di amici.
LEGGI IL RESTO NEL NUMERO IN EDICOLA

Dischi in vinile: come 20 anni fa - Crescono a ritmo vertiginoso gli affari legati ai vecchi 33 e 45 giri: merito anche dei mercatini, delle fiere e dei negozi sopravvissuti
Doveva succedere: chi ha gettato intere collezioni a favore del più pratico (!) cd o dell’inutile download, si rassegni a ricominciare da capo. Chi non sa neppure cosa sia un giradischi – o è costretto a cercarlo tra le cose buttate in cantina – si prepari a riattaccare la spina.
LEGGI IL RESTO NEL NUMERO IN EDICOLA

IN ALLEGATO GRATUITO Magazine Business - Il diritto non è una merce a disposizione di lobby e multinazionali. Parola di Andrea Mascherin, presidente nazionale degli avvocati

IN ALLEGATO IL DOSSIER SCUOLA - Il futuro dei giovani si costruisce in classe

L'APPELLO

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori