Home / Il Friuli / Il Friuli in edicola, venerdì 31 maggio 2019

Il Friuli in edicola, venerdì 31 maggio 2019

Il Friuli in edicola, venerdì 31 maggio 2019

A misura di bimbo - “Lasciate che le mamme allattino i figli durante la messa... e cambino il pannolino in sacrestia”

A misura di bimbo - “Lasciate che le mamme allattino i figli durante la messa... e cambino il pannolino in sacrestia”.
A Gorizia è possibile: anzi, un giovane parroco invita a farlo. E anche nel resto del Friuli la sensibilità sta crescendo?

Leggi il resto nel numero in edicola

Lavoro e famiglia: sei storie di mamme - Donne in carriera o chiocce, comunque sempre coi sensi di colpa. E’ difficile conciliare i tempi della vita pubblica e privata, senza una vera politica di welfare. A risolvere la situazione sono ancora i nonni, i nidi privati e le baby sitter
La donna non è solo mamma, è anche mamma, e contemporaneamente impiegata, commessa, medico, o avvocato. Qualsiasi sia la professione, conciliare lavoro e famiglia è un’impresa.
Leggi il resto nel numero in edicola

Pronti a ricevere le orde della Pentecoste - Lignano. Dal divieto a usare bottiglie e bicchieri di vetro ai servizi di pulizia rafforzati. Ecco come si prepara la località turistica ad accogliere i giovani austriaci e tedeschi nei quattro giorni a rischio
Lignano Sabbiadoro si sta preparando all’arrivo di migliaia di giovani, soprattutto austriaci e tedeschi, decisi a festeggiare la Pentecoste. Tra giovedì 6 e domenica 9 la località balneare sarà oggetto di quella che molti giornali in passato hanno definito la “calata dei barbari”. Nel corso degli anni si sono registrati episodi di vandalismo e risse, innescati dall’alcol che scorreva a fiumi, mentre l’arenile al termine dell’appuntamento appariva un campo di battaglia disseminato di rifiuti e attrezzature mal ridotte. Neppure nelle vie cittadine andava meglio, dato che furono registrati addirittura lanci di sedie e altri oggetti dagli appartamenti presi in affitto, mentre i sanitari avevano a che fare con centinaia di giovani talmente ubriachi da finire in certi casi in coma etilico.
Leggi il resto nel numero in edicola

Viaggio nella società della (dis)informazione - Rassegne e festival di giugno puntano l’attenzione sul mondo del giornalismo e sugli strumenti per comprendere l’attualità
In un’epoca come la nostra, ricca di contraddizioni e di repentine trasformazioni, è naturale interrogarsi sul presente. L’attualità diventa chiave per cercare di interpretare le tendenze sociali, culturali, politiche ed economiche. Probabilmente è questo il motivo alla base di un fiorire di manifestazioni ed eventi che hanno come finalità proprio la comprensione della realtà. Così, dopo vicino/lontano a Udine ed èStoria a Gorizia, anche altre località della nostra regione organizzano rassegne, incontri e approfondimenti con ospiti illustri.
Leggi il resto nel numero in edicola

Il jazz, l’ultima isola della passione pura - Enrico Rava torna nella regione che gli ha dato i natali per inaugurare una nuova rassegna, domenica 2 a Gorizia, con il sestetto Special Edition: “Il Friuli per me è un posto meraviglioso e di grandi amicizie”
Una carriera strabiliante, che dura da oltre 50 anni, fatta di collaborazioni coi giganti mondiali del jazz, di album-capolavoro e progetti sempre diversi. Da tempo il più importante jazzista italiano, Enrico Rava è legatissimo alla regione, non solo perché è nato a Trieste, per caso, 80 anni fa, ma per la frequentazione dello studio Artesuono di Stefano Amerio e la forte componente ‘locale’ di uno dei suoi progetti più noti, l’Electric Five. “U.T. Gandhi, nella band con Giovanni Maier – puntualizza il trombettista - è un grande amico e ha avuto un ruolo importantissimo nella band, con la sua forza motrice”.

Leggi il resto nel numero in edicola

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

L'APPELLO

Il Friuli

Green

Life Style

Gli speciali

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori