Home / Politica / Azione di CasaPound a Udine

Azione di CasaPound a Udine

Sigilli sulle zone degradate della città, tra viale Ungheria e viale Trieste. Sui volantini “Fontanini come Honsell”

Azione di CasaPound a Udine

CasaPound Udine chiude simbolicamente con un nastro le zone degradate della città, tra viale Ungheria e viale Trieste. Ad accompagnare l'azione cartelli con scritto 'Fontanini come Honsell'.

"Persiste il degrado nel quartiere Udine Centro, nella zona di via Parini, via Ronchi, via Petrarca e nel parco dedicato alle vittime di Marcinelle (angolo tra via Parini e viale Trieste), così anche come in via Manzini, via Bertaldia e il parco dedicato ai Martiri delle Foibe: erba alta, alberi ormai seccati, marciapiedi dissestati, vecchi edifici fatiscenti e bivacchi infestano la zona", denunciano le tartarughe frecciate.

“È una situazione che va avanti ormai fin dalla precedente amministrazione", osserva Alessandro Strizzolo, responsabile provinciale per Udine di CasaPound Italia. "Il degrado generalizzato che si osserva in questa zona ci viene costantemente fatto notare dai cittadini, ormai esausti. In via Parini, ad esempio, gli alberi piantumati dalla precedente giunta sono morti e mai sostituiti, così come è lasciato alla totale incuria il parco dedicato alle vittime di Marcinelle, dove il passaggio quotidiano degli immigrati che rientrano nelle caserme o nelle residenze lì vicine ha provocato un vero e proprio sentiero, rovinando il manto erboso e la bellezza originale del parco. Ma non finisce qui: anche in via Petrarca notiamo marciapiedi dissestati e le antiche mura cittadine ridotte a discarica quotidiana”.

“Se poi passiamo a via Ronchi – continua la nota di CasaPound – notiamo case fatiscenti segnalate da una semplice rete rossa, anch’esse possibilmente pericolose. A tutto ciò va aggiunta la continua presenza di bivacchi degli immigrati ospitati nelle varie strutture che contribuiscono a degradare la zona compreso il parco dedicato ai Martiri delle Foibe”.

“Di fatto la giunta Fontanini non sta facendo niente per migliorare la situazione resa insostenibile dalla giunta precedente – sottolinea Strizzolo – e nonostante l’istituzione dei consigli di quartiere, con le elezioni dei loro presidenti, non esenti da aspre polemiche, e il piano voluto dall’Assessore Ciani, i problemi di sicurezza e degrado sono sotto gli occhi dei cittadini esasperati”.

1 Commenti
luca-DUCK

Qualche problema c'e' ma non fa bella l'immagine della citta'. Crea piu' allarme la polemica invece. Che facciano una bella processione dal duomo in giu' con benedizioni e candele come al tempo dei patriarchi.

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori