Home / Politica / Fedriga all'attacco dell'accoglienza

Fedriga all'attacco dell'accoglienza

Il Governatore torna in diretta Facebook e si scaglia contro le associazioni pro-migranti

Fedriga all\u0027attacco dell\u0027accoglienza

Il governatore Massimiliano Fedriga torna in diretta Facebook. E, in circa 25 minuti di colloquio social, si toglie diversi sassolini dalle scarpe. A cominciare dalla manifestazione 'People – Prima le persone Fvg', che sabato ha animato Trieste all'insegna dell'antirazzismo. “Un evento politicizzato, con slogan per accogliere tutti – commenta Fedriga – a cui noi rispondiamo che continuiamo a combattere l'immigrazione clandestina, che abbiamo diminuito del 20 per cento, grazie anche alla linea del Ministro Salvini dei porti chiusi”.

"Faccio quindi un appello alle associazioni che vogliono l'accoglienza: se siete così generosi da voler far arrivare chiunque, fatelo a costo zero, dunque tirate fuori i soldi di tasca vostra, invece, di manifestare, e prendetevi chi volete".

Nel mirino, poi, le accuse di Carlo Calenda, capolista del Pd alle Europee, che, in occasione del suo tour a Pordenone, aveva accusato di 'fascismo' la Giunta per non aver concesso la sala dove tenere il comizio. “La regione – precisa Fedriga – ha negato lo spazio, come a tutte le altre forze, in base a una circolare di Serracchiani, che raccomanda, nei periodi pre-elettorali, di evitare l'uso degli spazi istituzionali per scopi politici. Da parte mia valuteremo la possibilità di procedere per vie legali per questi attacchi ingiustificati”.

Il Governatore poi ha lanciato un appello per le prossime elezioni europee e comunali. Capitolo importante quello relativo alle foibe e alla decisione di non sostenere ricerche storiche che neghino questa pagina della storia. “Questa è una battaglia fondamentale”, prosegue Fedriga. “Per me vale lo stesso per chi nega l'olocausto. E' una posizione inaccettabile e non va finanziato chi la sostiene. Allo stesso modo, non è tollerabile che associazioni come l'Anpi possano invitare chi nega o minimizza le foibe ai loro eventi. Noi guardiamo al futuro, ma è giusto pensare anche al passato. Se anche voi volete sostenere questa battaglia potete scrivere una mail a negazionismo.fvg@unioneistriani.eu, indirizzo aperto proprio dall'Unione degli Istriani per sostenere la Giunta”.

Spazio quindi all'elenco dei progetti già avviati e ancora da cantierare in Regione. Nel finale ancora un appello al voto, sopratutto in vista delle Europee, invitando tutti i sostenitori a fare 'pubblicità' del programma della Lega per cambiare l'Ue.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori