Home / Politica / Foibe, il Giorno del Ricordo

Foibe, il Giorno del Ricordo

A Basovizza, nel luogo simbolo della tragedia, domenica 10 febbraio, è atteso anche il ministro degli Interni, Matteo Salvini

Foibe, il Giorno del Ricordo

Domenica 10 febbraio alla foiba di Basovizza è in programma la cerimonia ufficiale per il Giorno del Ricordo. "Una pagina angosciosa che ha vissuto il nostro Paese nel Novecento. Una tragedia provocata da una pianificata volontà di epurazione su base etnica e nazionalistica - per usare le parole del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Alle cerimonia sarà presente anche il Ministro degli Interni Matteo Salvini che, in risposta alle polemiche che anche quest'anno hanno accompagnato la vigilia del 10 febbraio, ha annunciato la sua presenza nel luogo simbolo di quella tragedia. “Mi fa schifo chi nega, ancora oggi, lo sterminio di migliaia di italiani da parte dei comunisti”, ha scritto su Twitter Matteo Salvini aggiungendo: “domenica sarò alla Foiba di Basovizza. La storia non si dimentica, onore ai nostri morti”.

La polemica di quest'anno nasce da un convegno in programma a Parma il 10 febbraio, Giorno del Ricordo in “memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe”, durante il quale è prevista la proiezione del video “La foiba di Basovizza: un falso storico”.

"Esiste una legge dello Stato approvata a grandissima maggioranza dal Parlamento che istituisce il Giorno del Ricordo: il giustificazionismo o peggio il negazionismo delle Foibe non sono accettabili, da qualunque parte vengano e a prescindere da un film su cui ognuno può avere la sua opinione - ha affermato la deputata del Pd Debora Serracchiani, in merito alle polemiche scaturite dalla presenza del logo dell'Anpi sulla locandina di un convegno revisionista dal titolo "Foibe e Fascismo 2019" in programma a Parma.

La posizione dell'Anpi
Per l’Anpi è intervenuta invece la presidente nazionale, Carla Nespolo. “Le minacce di Salvini non ci spaventano. Le Foibe sono una tragedia nazionale da afffrontare senza alcuna ambiguità, contestualizzando i fatti”. E poi precisa: “L'iniziativa di Parma, come la frase dell'Anpi di Rovigo "non sono condivisibili" e "offrono uno straordinario pretesto di polemica a chi – conclude Nespolo, rinfocolando la polemica - è molto più amico di Casapound che dell'Anpi".

A Gemona di scena l'esodo dall'Istria e dalla Dalmazia
In occasione del Giorno del Ricordo sono stati digitalizzati nel laboratorio della Cineteca due documenti di particolare interesse, Pola addio! ed Esuli d'Istria, cui si aggiunge uno spot del '47 per la campagna di sottoscrizione per i fondi ai profughi istriani e dalmati: in tutto mezz'ora di materiali che saranno proiettati al Cinema Sociale di Gemona domenica 10 febbraio alle 14.15 e alle 20. Ingresso libero.

'Red Land' al Visionario
In occasione del Giorno del Ricordo, che ogni anno conserva e rinnova la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, torna in sala solo per un giorno - al Visionario martedì 5 febbraio alle 20.30 - Red Land (Rosso Istria) di Maximiliano Hernando Bruno.

Giorno del Ricordo a Udine
Domenica 10 febbraio alle ore 11.00, presso la Parrocchia Beata Vergine del Carmine di Via Aquileia 63, sarà celebrata la Santa Messa in ricordo dei martiri delle foibe e dei defunti giuliano dalmati. Alle pre 12:15, al Parco “Martiri delle Foibe” situato tra Via Bertaldia e via Mancini si terranno la benedizione del cippo commemorativo, la lettura della preghiera dell’infoibato e la deposizione di una corona di alloro. L’evento è a cura dell’Associazione Nazionale Venezia  Giulia e Dalmazia - Comitato Provinciale di Udine. Per informazioni: tel. 0432 506203  e mail anvgd.udine@gmail.com.

Giorno del ricordo a Casarsa
Red Land - Rosso Istria, è il film scelto dalla Pro Casarsa della Delizia per onorare il Giorno del Ricordo, solennità civile italiana dedicata alla memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell'esodo degli istriani, dei fiumani e dei dalmati italiani dalle loro terre durante la Seconda guerra mondiale e nell'immediato secondo dopoguerra (1943-1945) e della più complessa vicenda del confine orientale. Domenica 10 febbraio il film sarà proiettato alle 17 al teatro comunale Pier Paolo Pasolini, con il patrocinio della Città di Casarsa della Delizia-Assessorato alla cultura e il sostegno del Comitato regionale Unpli Fvg, Servizio civile nazionale e Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.

Foibe: a Pozzuolo il libro 'Rossa Terra'
In occasione del Giorno del Ricordo, l'11 febbraio dalle 17.30 alle 18.30, il convitto annesso Stefano Sabatini di Pozzuolo del Friuli ospiterà l’appuntamento con il progetto educativo il “caffè letterario” attraverso la presentazione del libro “Rossa Terra” di Mauro Tonino, la cui introduzione viene fatta dalla prof.ssa Silvia Polo docente di letteratura.

A Palmanova Memorie dall’Esodo, con Bruna Zuccolin
Un doppio appuntamento per commemorare, conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell'esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale. Il Giorno del Ricordo a Palmanova sarà vissuto dalla città in due distinti momenti, uno ufficiale e uno di ricordo e comprensione.
Domenica 10 febbraio, alle 12, la Cerimonia di commemorazione alla presenza di autorità civili, militari e religiose, al Momumento ai caduti nella Loggia di Piazza Grande a Palmanova.
Qualche giorno dopo, venerdì 15 febbraio alle 18.30, nel Salone d’Onore del Palazzo Municipale di Piazza Grande, “Giorno del Ricordo 2019 - Memorie dell'Esodo”. Un incontro con Bruna Zuccolin, Presidente del Comitato Provinciale di Udine dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, Mauro Tonino, scrittore, e Giorgio Gorlato, esule e figlio di un infoibato. L’approfondimento sarà arricchito con immagini di repertorio su “Esodo. La memoria tradita”, a cura dell’A.N.V.G.D.

Così l’assessore alla cultura e vicesindaco di Palmanova Adriana Danielis: “Accanto alla solennità del momento istituzionale, vogliamo approfondire la conoscenza di una pagina di storia che deve ancora trovare piena collocazione storiografica. Il nostro è un impegno costante, anno dopo anno, finalizzato a sviluppare una maggiore consapevolezza di pace e dialogo, conservando quelle esperienze. Il Comune di Palmanova intende fare la sua parte per non dimenticare le vittime delle intricate e complesse questioni del confine Orientale. È dovere della istituzioni evidenziare come le Foibe e l’Esodo siano una tragedia umana con ripercussioni ancor oggi visibili in coloro che vi sopravvissero e nei loro familiari".

A Trieste la Fiaccolata del Ricordo
Domenica 10 febbraio, con partenza alle 18, si terrà la Fiaccolata del Ricordo, organizzata dall'Associazione Trieste Pro Patria, la Lega Nazionale ed il Comitato 10 Febbraio.



Articoli correlati
0 Commenti

Cronaca

Spettacoli

Sport news

Economia

Cultura

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori