Home / Salute e benessere / A Ronchi firmato il protocollo d'intesa tra amministrazione comunale e sindacati

A Ronchi firmato il protocollo d'intesa tra amministrazione comunale e sindacati

Tutela della fascia debole dei pensionati e impegni tra le parti per il sociale

A Ronchi firmato il protocollo d\u0027intesa tra amministrazione comunale e sindacati

Proficuo incontro a Ronchi dei Legionari tra l’amministrazione comunale e le organizzazioni sindacali dei pensionati in qualità di soggetti rappresentativi della popolazione locale in grado di alimentare nel tessuto sociale i valori della solidarietà e di attuare forme ti tutela e informazione sul contesto normativo vigente. Tra le due realtà, di fatto, è stato siglato un apposito protocollo d’intesa per l’anno in corso con il “preciso interesse comune di mantenere un reciproco e continuo rapporto di confronto” siglato dal sindaco, Livio Vecchiet, e dall’assessore alle politiche sociali, Gianpaolo Martinelli.

Si tratta di una condivisione della profonda preoccupazione per il “perdurare della crisi economica nel nostro paese con politiche del lavoro non adeguate alla situazione che mette a rischio la sicurezza sociale ed i diritti alla cittadinanza”, oltre che per “la complessiva inadeguatezza delle risorse destinate alla spesa per i servizi alla persona”. Ciò ha reso necessario, infatti, un percorso condiviso “per la difesa del Welfare territoriale, con particolare riguardo ai servizi e agli interventi sociali per i pensionati e la popolazione anziana generale”.

Per quanto riguarda le politiche sociali, sanitarie e di cittadinanza entrambi ritengono essenziale “sottolineare l’importanza del ruolo degli Amministratori Locali nella programmazione e nel controllo della gestione e integrazione dei servizi socio sanitari per perseguire l'obiettivo di politiche che mirino allo sviluppo di diritti di cittadinanza e della garanzia certa dei livelli essenziali di assistenza”.

Una forte attenzione dovrà essere dedicata a tutte quelle azioni finalizzate alla prevenzione, alla integrazione sociosanitaria, alla continuità assistenziale ospedale territorio, alla inclusione sociale e alla sicurezza dei cittadini compresi i posti di lavoro.

L’Amministrazione comunale si impegnerà a vigilare affinché l’attività dell’Ambito Socio Assistenziale riprenda il proprio ruolo e consenta di mantenere un attenzione ai bisogni di salute dei cittadini, attraverso un monitoraggio costante dell’attività dei Distretti Sanitari, avviando incontri periodici con il sindacato dei pensionati  per affrontare le problematiche che riguardano i cittadini e con particolare attenzione alle persone anziane; allo stesso modo si impegnano ad attivare incontri tra le organizzazioni sindacali e gli Ambiti sociali.

Quindi le politiche fiscali e tariffarie per la quali l’amministrazione si è impegnata a mantenere le soglie di esenzione e agevolazione per le tassazioni locali e le compartecipazioni ai servizi, compatibilmente con gli equilibri del bilancio comunale. Rimane l’impegno, da parte dell’amministrazione, anche del sostegno alle famiglie sotto la soglia di povertà attraverso l’aumento del fondo per l’abbattimento degli affitti.

Infine la promozione dell’invecchiamento attivo con progetti sociali finalizzati al benessere della comunità e inseriti in specifici protocolli operativi attivati nel contesto dei piani di zona.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori