Home / Salute e benessere / A Trieste si premia l'infermiere dell'anno

A Trieste si premia l'infermiere dell'anno

Le segnalazioni potranno pervenire entro il 14 luglio 2019, utilizzando l’apposito modulo scaricabile dal sito www.opitrieste.it

A Trieste si premia l'infermiere dell'anno

Riparte per la sua 6^ edizione il Premio "Infermiere dell'anno" promosso da OPI, l’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Trieste e dedicato alla collega Valentina Sossi, scomparsa prematuramente sei anni fa. Un’iniziativa premiata sempre dall’entusiasmo e dalla simpatia dei cittadini che ogni anno concorrono con la loro preferenza, e contribuiscono alla veicolazione dei contenuti di professionalità e umanità che il concorso si propone di promuovere, in riferimento al ruolo dell’infermiere. Attraverso il riconoscimento, infatti, si valorizzano le qualità degli infermieri iscritti all’Ordine OPI Trieste, individuati fra le segnalazioni pervenute da parte della cittadinanza sulla base della loro competenza e professionalità, unite all’umanità e alla capacità di empatia con il paziente, doti caratterizzanti del “take care” infermieristico.

Le segnalazioni potranno pervenire entro il 14 luglio 2019, utilizzando l’apposito modulo scaricabile dal sito www.opitrieste.it. Una commissione selezionerà il vincitore in base al numero e soprattutto alla qualità delle segnalazioni pervenute. Il vincitore sarà proclamato e premiato dal Presidente di OPI Trieste, Flavio Paoletti, in occasione dell’evento annuale di solidarietà che l’Ordine stesso organizza per i propri iscritti e per i cittadini di Trieste: l’appuntamento quest’anno è fissato per venerdì 19 luglio.

Nel corso della stessa serata sarà annunciata l’associazione vincitrice del progetto “OPI per Trieste” 2019: «Anche quest’anno vogliamo coniugare alla valorizzazione della nostra professione l’impegno per i progetti socio-sanitari promossi sul territorio, attraverso una serata di concreta solidarietà – spiega il presidente OPI, Flavio Paoletti - Da tempo siamo impegnati in un percorso di dialogo con i cittadini, per restituire in modo trasparente l’evoluzione della professione infermieristica che ogni giorno cerca nuove risposte ai bisogni emergenti sanitari e sociali della popolazione.

Lo abbiamo fatto producendo un cortometraggio che ha avuto straordinario successo e una capillare veicolazione, adesso con un nuovo contest che utilizza la tecnica del fumetto e si rivolge agli studenti delle scuole superiori di Trieste. Anche il Premio Sossi nasce da questo presupposto: coltivare il dialogo con la città nel segno della salute e del rapporto che gli infermieri sanno instaurare con le persone prese in carico».

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori