Home / Salute e benessere / Giunta aperta a Monfalcone sul tema della sanità

Giunta aperta a Monfalcone sul tema della sanità

Incontro tra operatori, sindaci e giunta regionale sul futuro dell'Azienda Sanitaria

Giunta aperta a Monfalcone sul tema della sanità

Quale centro tra Gorizia e Trieste, l’ospedale San Polo di Monfalcone ha ospitato, questa mattina, l’incontro tra il governatore Massimiliano Fedriga, il vicepresidente Riccardo Riccardi, il sindaco Anna Maria Cisint ed il direttore generale dell’Azienda per l’Assistenza Sanitaria 2, Antonio Poggiana, e gli operatori e sindaci del Territorio. “Una fase importante di ascolto del territorio”, ha ricordato il primo cittadino. “Abbiamo dato maggiori risorse rispetto agli altri anni alla sanità, dobbiamo garantire la salute dei cittadini di questa regione. Stiamo strutturando tutta la programmazione in quest’anno”, ha sottolineato il governatore Fedriga. “Mi auguro che la riforma non sia una parte politica, chi ha voluto mettere bandiere sulla salute ha fatto un danno ai cittadini. Vogliamo far ritornare il sistema sanitario del Friuli Venezia Giulia ai primi livelli nazionali”.

“La programmazione darà risposte anche ai diversi settori e presidi. Ho avuto particolare soddisfazione perché molti hanno plaudito a come abbiamo portato avanti la prima parte della governance. Ci siamo confrontati lo scorso anno e questo confronto ha portato a queste scelte, lo stesso percorso che faremo anche quest’anno”.

“C’è stato un confronto chiaro e aperto”, sono le parole del direttore Antonio Poggiana. “È emersa la grande capacità di ascolto e capacità di apprendere della politica nei confronti dei problemi di tutti i giorni degli operatori. Caì servirà per portare avanti la seconda parte della riforma. Dal punto di vista giuridico la nuova azienda nascerà il 1° gennaio 2020 ma già adesso le aziende si stanno parlando per proporre programmi di integrazioni e percorsi condivisi”.

“Siamo consapevoli che tutti hanno stretto la cinghia ma ora le situazioni devono essere riequilibrate”, ha confermato il sindaco Anna Cisint. “Non molleremo mai perché la sanità è troppo importante. E’ fondamentale che tutto il percorso sia condiviso con la comunità e vengano mantenute le eccellenze dei vari nosocomi come il piede diabetico per il San Polo di Monfalcone oltre che le essenzialità dell’ortopedia, del pronto soccorso e di tutto ciò che in questo momento dà valore all’ospedale come la chirurgia bariatrica e che vuole diventare ancora più presente sul territorio come il Crua”.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori