Home / Salute e benessere / Ithaca, l'innovazione applicata all'invecchiamento

Ithaca, l'innovazione applicata all'invecchiamento

Il Friuli Venezia Giulia laboratorio privilegiato del progetto europeo

Ithaca, l\u0027innovazione applicata all\u0027invecchiamento

Il Friuli Venezia Giulia come laboratorio privilegiato per l'innovazione applicata all'invecchiamento attivo della popolazione, alla salute e alle cure intelligenti. È la realtà con la quale si stanno misurando a Trieste i partecipanti all'appuntamento riassuntivo del progetto "Ithaca InnovaTion in Health and Care for All", finanziato dal programma europeo Interreg Europe, nel quale la Regione Friuli Venezia Giulia è partner attraverso la direzione centrale Lavoro, Formazione, Istruzione e Famiglia.

Gli ospiti, giunti da Olanda, Germania, Danimarca, Slovenia, Spagna, Polonia e Francia, sono impegnati fino a venerdì nello scambio di esperienze e nel processo valutativo del progetto, che affida all'innovazione un ruolo strategico nelle politiche sociali e sanitarie.

Ieri, nell'evento introduttivo nella sede dell'Ince, gli interlocutori europei, provenienti dal sistema della formazione e della ricerca, dal mondo delle imprese, dal sistema socio-sanitario e la terzo settore, hanno ascoltato con attenzione l'esperienza del Friuli Venezia Giulia, ambiente ideale per almeno cinque fattori: l'età media della popolazione; l'alto indice di centri scientifici e tecnologici e la percentuale record di ricercatori; l'inserimento dell'area di Smarth Health e del settore Biotecnologico nella Strategia di specializzazione intelligente promossa dalla Regione; la legge regionale pilota sull'invecchiamento attivo; lo scenario di Esof (Euro Science Open Forum) che farà di Trieste la capitale europea della scienza a luglio del 2020.

I partecipanti alla visita di studio, che comprende scambi di esperienze e una valutazione finale del progetto Ithaca, si dividono oggi tra l'Area Science Park di Padriciano e l'ospedale Maggiore di Trieste per conoscere da vicino il cluster Smart Health, toccare con mano i progetti europei (tra cui Argo, Ip4Fvg e Piattaforme tecnologiche, e Smart Care, sulla telemedicina e la rete integrata Ecg) e visitare alcune delle 150 aziende che in Friuli Venezia Giulia operano nel settore Bio (medicale, tecnologico e informatico).

Nel corso della serata introduttiva. il presidente della Fondazione internazionale Trieste, Stefano Fantoni, ha invitato gli ospiti europei a presentare in tempi stretti contributi da far confluire nel programma di Esof 2020, evento di cui ha illustrato la caratura. Non si tratta, secondo Fantoni, di una rassegna di conferenze ma di una vera e propria agorà in cui si discuterà di scienza e di politica, di scienza come condizione indispensabile per l'innovazione e dei doveri della scienza, chiamata a controbattere le fake news che rischiano di sedimentarsi nell'immaginario collettivo.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori