Home / Spettacoli / Il cinema regionale ritorna in piazza

Il cinema regionale ritorna in piazza

Videomante propone l’edizione 2019 di ‘Cinemambulante’: proiezioni e lezioni con esperti in otto location della regione

Il cinema regionale ritorna in piazza

Un telone, una cinepresa, una piazza e un tetto di stelle: il cinema riportato a una fruizione vintage, quella en plein air della rassegna Cinemabulante, che da qualche anno porta i protagonisti regionali della settima arte in giro per il Friuli, sullo schermo e dal vivo.

Anche quest’anno, gli organizzatori di Videomante hanno organizzato una rassegna che propone il cinema di qualità gratis in alcuni luoghi suggestivi del territorio. Il format prevede una lezione pomeridiana e una proiezione serale nelle otto location, a comporre un tour di cinema itinerante. Nel 500° anniversario dalla morte di Leonardo, lezioni e proiezioni avranno un tema comune, ‘Il genio e l’ingegno’, comprendendo il racconto di strategie, idee e intuizioni che hanno reso possibile il lavoro di professionisti della regione.

Si parte giovedì 23 a Manzano a Villa Tavagnacco con racconti di Ivan Gergolet, Antonio Giacomin e David Cej  e la proiezione di La teoria del tutto, ritratto della vita del cosmologo Stephen Hawking. Venerdì 24 a San Giorgio di Nogaro, appuntamento col sound designer Massimiliano Borghese e il film Jimi: all is by my side.

Sabato 25 a Cividale, lo sceneggiatore Fabrizio Bozzetti  anticipa The Imitation Game, mentre domenica 26, al Convitto della città ducale,  ci sarà la regista Nicole Leghissa prima di The Invention of Dr. Nakamatsu. Giovedì 30 a Marano Lagunare Lorenzo Bianchini e il classico Gli uccelli di Hitchcock, venerdì 31 a Latisana David Del Degan e Arca russa, il 1° giugno a Pesariis Alberto Fasulo e il suo Menocchio, domenica 2 a Grado si chiude con Janis e il racconto della regista Laura Samani.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Sport news

Cultura

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori