Home / Spettacoli / L’Impressionismo piace e raddoppia

L’Impressionismo piace e raddoppia

Sold out la data del 4 aprile al Teatrone di Udine, Goldin e Anzovino aggiungono una tappa alla loro tournèe sui principali palcoscenici nel Nord Italia

L’Impressionismo piace e raddoppia

Tutto esaurito. Sarà così il Teatro Nuovo Giovanni da Udine che il prossimo 4 aprile ospiterà la tappa dello spettacolo "La Grande Storia dell'Impressionismo". Il racconto creato da Marco Goldin con le musiche composte ed eseguite dal vivo da Remo Anzovino mette in scena l’incanto della pittura da Monet a Van Gogh grazie anche a una produzione visiva senza precedenti, in grado di dare vita ai quadri dei pittori impressionisti. 
Marco Goldin, il maggiore esperto di impressionismo del nostro paese, condurrà poeticamente lo spettatore per mano nella Francia degli ultimi decenni dell’Ottocento, con il suo modo unico di raccontare l’arte, semplice ma mai banale, scandagliando emozione e conoscenza, e mettendo insieme parole, sensazionali immagini e straordinarie musiche. Al suo fianco sul palco Remo Anzovino, uno dei principali esponenti della scena musicale contemporanea che ha composto le musiche originali dello spettacolo che eseguirà dal vivo al pianoforte, e sullo sfondo le esclusive scenografie video create dai videomaker Fabio Massimo Iaquone e Luca Attilii, in grado di ideare una produzione visiva che non si era mai vista prima d’ora nei teatri italiani per uno spettacolo di questo genere.

Tutto esaurito. Sarà così il Teatro Nuovo Giovanni da Udine che il prossimo 4 aprile ospiterà la tappa dello spettacolo "La Grande Storia dell'Impressionismo". Il racconto creato da Marco Goldin con le musiche composte ed eseguite dal vivo da Remo Anzovino mette in scena l’incanto della pittura da Monet a Van Gogh grazie anche a una produzione visiva senza precedenti, in grado di dare vita ai quadri dei pittori impressionisti.  

Marco Goldin, il maggiore esperto di impressionismo del nostro paese, condurrà poeticamente lo spettatore per mano nella Francia degli ultimi decenni dell’Ottocento, con il suo modo unico di raccontare l’arte, semplice ma mai banale, scandagliando emozione e conoscenza, e mettendo insieme parole, sensazionali immagini e straordinarie musiche. Al suo fianco sul palco Remo Anzovino, uno dei principali esponenti della scena musicale contemporanea che ha composto le musiche originali dello spettacolo che eseguirà dal vivo al pianoforte, e sullo sfondo le esclusive scenografie video create dai videomaker Fabio Massimo Iaquone e Luca Attilii, in grado di ideare una produzione visiva che non si era mai vista prima d’ora nei teatri italiani per uno spettacolo di questo genere.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Sport news

Cultura

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori