Home / Spettacoli / Nei Suoni dei Luoghi parte dal Trio di Parma

Nei Suoni dei Luoghi parte dal Trio di Parma

Appuntamento, venerdì 5 luglio, a Gorizia, nel Parco Municipale

Nei Suoni dei Luoghi parte dal Trio di Parma

Sarà il Trio di Parma, complesso cameristico di livello internazionale, l’ensemble protagonista del grande concerto di apertura della 21° edizione del festival di musica e territori Nei Suoni dei Luoghi, che oggi annuncia la prima anticipazione di questa edizione 2019. L’appuntamento con il Trio di Parma è quindi per venerdì 5 luglio a Gorizia, nel Parco Municipale, con inizio alle 20.30. Da luglio a dicembre il calendario vedrà oltre 35 concerti in 30 Comuni del Friuli Venezia Giulia, Veneto, Slovenia e Croazia, in un circuito musicale che unisce Nei suoni dei luoghi, Carniarmonie, il Festival Musicale Internazionale di Portogruaro, oltre al Mittelfest, alla Società dei Concerti di Trieste, all’Accademia di studi pianistici Antonio Ricci, alla Fondazione Luigi Bon, a Piano FVG, per offrire al pubblico musica di elevata qualità in luoghi suggestivi e ricchi di fascino. Quest’anno Nei suoni dei luoghi amplia questa rete co-organizzando due ulteriori concerti con Verdi d’Estate e con il festival More Than Jazz. Tutte le info in attesa del programma completo, che verrà svelato martedì 2 luglio in conferenza stampa, su www.neisuonideiluoghi.it e sulla pagina Facebook: Festival Nei suoni dei Luoghi.

Il concerto inaugurale del festival vedrà il Trio di Parma, formato da Ivan Rabaglia (violino), Enrico Bronzi (violoncello), Alberto Miodini (pianoforte), proporre un programma con musiche di F. J. Haydn, F. Martin e J. Brahms. La musica da danza è uno degli ingredienti fondamentali per la trasmigrazione di elementi folkloristici all’interno delle forme musicali classiche. In questo programma tale sincretismo si realizza in maniere differenti, attraverso la schietta introduzione degli stilemi della danza tedesca nel caso di Haydn, con il filtro della politonalità e del gusto per la sovrapposizione nel caso delle melodie irlandesi di Martin, infine attraverso una sintesi più segreta, ma forse ancora più ricca di conseguenze sull’evoluzione del linguaggio, nel caso di Brahms. L’evento, organizzato in collaborazione con Verdi d’Estate, vede un biglietto unico a 3 euro, che sarà in vendita a partire da un’ora prima dell’inizio del concerto. In caso di pioggia l’evento si terrà all’Auditorium della Cultura Friulana di Via Roma a Gorizia. Alle 18.30 in programma anche la visita guidata nel centro storico di Gorizia. Da piazza della Vittoria a via del Rastello: fatti e leggende si intrecciano nel cuore della città, dove i vecchi edifici raccontano affascinanti frammenti di storia. Consigliata la prenotazione (0432 532330).

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Sport news

Cultura

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori