Home / Spettacoli / Provincia al centro nell’estate dei live

Provincia al centro nell’estate dei live

L’offerta più consistente di concerti estivi non arriverà più dai capoluoghi

Provincia al centro nell’estate dei live

Anche quest’anno, se non ci saranno sorprese last minute, l’offerta più consistente di live estivi arriverà dalla provincia e non dai capoluoghi. Appurato che è tardi per organizzare uno show da 40 mila (forse anche da 20 mila) spettatori, che Trieste tace e Udine per ora risponde con Gazzé, Marlene Kuntz, McKennitt e Achille Lauro, le location prescelte saranno altre. Come Lignano, che per ora ha anticipato Vasco Rossi, Jovanotti, Negrita, Offspring, Majano (Calcutta e Darkness), Palmanova (Venditti, Il volo e soprattutto gli attesissimi King Crimson). E Villa Manin, che ha annunciato quattro live ‘per tutti i gusti’, dal 9 al 18 luglio: il  polistrumentista Yann Tiersen, Giorgia col nuovo tour tecnologico, Thom Yorke, frontman dei Radiohead e il duo jazz Stefano Bollani-Hamilton De Holanda.
Proprio la musica d’improvvisazione presenta la sorpresa dell’anno, con la nascita di GradoJazz, ossia il trasferimento per motivi ‘politici’ dello storico (28 edizioni) Udin&Jazz. Dal 7 all’11 luglio, il festival punta a portare il pubblico di affezionati – e anche nuovi spettatori – al Parco delle Rose, con tanti eventi collaterali e  grandi nomi come Paolo Fresu, il pianista cubano Gonzalo Rubalcaba, una delle stelle del jazz mondiale. E poi, il grande bluesman californiano Robben Ford, fondatore degli Yellowjackets, e il concerto-evento degli Snarky Puppy, il collettivo newyorkese che si muove tra jazz, funk e R&B, piace alle nuove generazioni di jazzofili (e non solo) e a Grado presenterà la prima data in Italia del nuovo tour.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Sport news

Cultura

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori