Home / Spettacoli / Solchi - Pasolini è il Luogo

Solchi - Pasolini è il Luogo

All'ex convento San Francesco di Pordenone, ultimo appuntamento 2018 con la rassegna Codici Sperimentali

Solchi - Pasolini è il Luogo

Indizi del teatro che verrà: teatro d'innovazione protagonista a Pordenone grazie alla rassegna Codici Sperimentali, nuova proposta del Coordinamento Operatori Teatrali Pordenone. A dicembre prosegue la parte invernale della rassegna, che sul palco dell’ex convento di San Francesco proporrà fino alla prossima primavera spettacoli strutturati su tre livelli. Uno nazionale, uno locale professionale e l’ultimo sempre locale ma di “start up”, con compagnie ai primi passi ma già promettenti.

L'ultimo appuntamento del 2018, in attesa della ripresa a gennaio, è Solchi - Pasolini è il luogo il 19 dicembre. La rassegna è sostenuta dalla Regione attraverso il bando spettacolo dal vivo 2018, e, per quanto riguarda l’uso gratuito degli spazi e le dotazioni tecniche di base, dal Comune di Pordenone all’interno del progetto ExConvento Live, che esprime anche eventi musicali o di genere vario organizzati da altre associazioni.

Il 19 dicembre alle 21 nell’ex convento di San Francesco a Pordenone la compagnia Teatro della Sabbia presenta Solchi - Pasolini è il Luogo, di Caterina Comingio e Vincenzo Muriano. Un’opera liberamente ispirata a testi di Pier Paolo Pasolini, David Maria Turoldo, Enzo Siciliano e Caterina Comingio. Con Caterina Comingio per la regia di Vincenzo Muriano. Ci sarà anche la voce e ritratto fotografico di Pier Paolo Pasolini del maestro fotografo Elio Ciol, amico del poeta casarsese.

Pasolini lascia definitivamente il paese materno nell’inverno del 1950 per rifarsi una vita a Roma. Enzo Siciliano, scrittore raffinatissimo, ripercorre la stessa tratta a ritroso, tempo dopo la morte dell’amico, per riavvolgere il filo della memoria che lo lega a lui e che grazie agli scritti di Pier Paolo, ha preso forma nella sua immaginazione. Un luogo dell’anima, della fanciullezza, della prima gioventù. Lo stesso che contempla il poeta e sacerdote Davide Maria Turoldo, collega di “friulanità disincantata” e di coraggio eretico...

La vita che si sprigiona da un fotogramma del maestro Ciol, diventa la mappa che racchiude i Solchi del titolo. Quelle rughe e quella magrezza sono parte tanto di un paesaggio arcaico e duro, quanto di un uomo emblematico non solo per il Friuli: una carta geografica degli stati dell’animo, degli intrecci umani, delle relazioni, e dei tanti treni che hanno spostato i personaggi di questa narrazione lungo tracciati reali, emozionali, definitivi.

Fondato da Vincenzo Muriano e Caterina Comingio, il Teatro della Sabbia nasce nel 2005 e si caratterizza per la sua capacità di “dar corpo” alla migliore letteratura. Ha sede a Roveredo in Piano e coniuga, nella sua ricerca, la competenza artistica con l’attenzione sociale.

APPUNTAMENTI 2019. Codici Sperimentali proseguirà poi nel 2019, sempre nell’ex convento di San Francesco a Pordenone. Martedì 8 gennaio alle 21 La Cjantarine Crope, opera di Ionesco adattata in friulano dal collettivo atToroni aps. Giovedì 17 gennaio alle 21 Tae teatro presenza Naufraghi. Giovedì 24 gennaio alle 20.30 Teatro al Quadrato presenta Pronti, aspetta…via! mentre martedì 29 gennaio alle 21 Molino Rosenkranz concluderà questa parte di rassegna con Ad un passo.

LA RASSEGNA. “Codici Sperimentali - spiegano gli organizzatori - intende essere una rassegna plurale, che, attraverso suggerimenti, proposte e partecipazioni varie rappresenti la ricchezza delle tendenze e delle espressioni teatrali indipendenti del territorio dando allo stesso tempo anche ospitalità ad artisti e compagnie importanti a livello nazionale. Un progetto sperimentale sia per i linguaggi e le contaminazioni che per le drammaturgie”.

COORDINAMENTO OPERATORI TEATRALI PORDENONE. Si tratta di un’associazione aperta ad ogni richiesta di iscrizione, con lo scopo di realizzare progetti teatrali condivisi e plurali. È stata fondata da Andrea Chiappori, Roberto Pagura, Fabio Scaramucci ed altri nell’anno 2003 trovando poi anche l'adesione di Ferruccio Merisi. Non è una associazione di associazioni, ma una équipe di persone indipendenti che credono nei progetti trasversali. Ha al suo attivo soprattutto il progetto Frescoteatro, che ha realizzato una serie di rassegne diverse (Social, Underground, Outside) e che dal 2013 si è dedicato alla sensibilizzazione di nuovo pubblico e alla individuazione di nuovi spazi teatrali in provincia e in regione, a partire dal capoluogo Pordenone.

Nella stagione 2017/2018 collabora al progetto Codici Sperimentali all’ExConvento Live, e dalla stagione 2018/19 ne prende la guida con lo scopo di farne un punto di riferimento per nuovi linguaggi e nuovi soggetti teatrali che, in modo diretto o indiretto, rappresentino le istanze e gli orientamenti del territorio.

Per questa ragione, oltre alla sopra citata apertura a nuovi ingressi in associazione, ha collaborato fattivamente per tutte le scelte di calendario con molti soggetti interessati ad esprimere proposte e prospettive.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Sport news

Cultura

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori