Home / Sport news / A Sappada rivive il 'miracolo' di Lillehammer '94

A Sappada rivive il 'miracolo' di Lillehammer '94

Il 2 marzo, i protagonisti delle imprese olimpiche si sono dati appuntamento nell'ambito dell'evento solidale Start

A Sappada rivive il \u0027miracolo\u0027 di Lillehammer \u002794

Dopo 25 anni, il 2 marzo i campioni olimpici friulani del miracolo di Lillehammer '94 si raduneranno a Sappada. La notizia è stata anticipata questa mattina a Telefriuli dall'ex fondista di sci nordico Silvio Fauner, ospite a Ore 7. La reunion dei giganti dei XVII Giochi Olimpici invernali si terrà a Sappada e si affiancherà all'altro evento organizzato dal Consorzio di promozione turistica intitolato "Start, Sappada torna a rinascere trionfalmente", evento destinato a raccogliere fondi per la ricostruzione post alluvione attraverso le sciate messe all'asta con i più importanti atleti del Cadore. Oltre a Fauner, si sono messi a disposizione Pietro Piller Cottrer, Giacomo Kratter, Marina Piller, Lisa Vittozzi ed Emanuele Buzzi.

Lillehammer '94. Nel 1994 Fauner vinse con Maurilio De Zolt, Marco Albarello e Giorgio Vanzetta la storica staffetta 4x10 chilometri. Fu una vittoria epica, tanto da essere considerata la più grande impresa italiana alle Olimpiadi Invernali poiché conquistata di un soffio davanti ai norvegesi, super favoriti e padroni di casa di quell'edizione. Ma Lillehammer '94 è ricordato anche per le altre 19 medaglie conquistate dall'Italia (7 ori, 5 argenti e 8 bronzi), di cui ben 5 in 12 giorni dalla sola fondista di Paluzza, Manuela Di Centa. Oltre a Fauner e Di Centa, fra gli atleti che potrebbero partecipare all'evento “nostalgico” e celebrativo del 2 marzo dovrebbe, inoltre, essere presente la tarvisiana Gabriella Paruzzi, vincitrice insieme alla carnica, a Bice Vanzetta e Stefania Belmondo della 4x5 chilometri.

Ma visto che quei Giochi invernali furono un compendio di imprese e campioni italiani, non escludiamo la presenza straordinaria di altri ospiti d'eccezione: Deborah Compagnoni vinse nello slalom gigante; Wilfried Huber-Kurt Brugger nel doppio; Gerda Weissensteiner nello slittino; Maurizio Carnino-Orazio Fagone-Hugo Merrnhof-Mirko Vuillermin nello short track. Gli argenti andarono ad Alberto Tomba nello slalom; Norbert Huber e Hansjörgl Raffl arrivarono secondi nello slittino doppio; Mirko Vuillermin nello short track, mentre gli altri 7 bronzi se li aggiudicarono Isolde Kostner in discesa libera e supergigante, Marco Albarello nella 10 chilometri, Silvio Fauner nella combinata 10+15 chilometri, Stefania Belmondo nella combinata 5+10 chilometri, Günther Huber e Stefano Ticci nel bob (doppio) e Armin Zöggeler nello slittino.

Rivedi l'intervista intera al nostro ospite a questo link --> goo.gl/KKYneh

Articoli correlati
0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Tendenze

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori