Home / Sport news / International SkyRace Carnia, tracciato il percorso

International SkyRace Carnia, tracciato il percorso

International SkyRace Carnia, tracciato il percorso

A una settimana dal via della 12esima edizione, l'Aldo Moro Paluzza ha terminato le operazioni

L’Aldo Moro Paluzza, quando manca una settimana al via della 12esima edizione comunica di aver terminato la tracciatura dell’intera gara. L’International Sky Race Carnia partirà alle 8.30 dalla località "Laghetti" a pochi chilometri da Paluzza domenica 16 giugno. La Skyrace Carnia, assegnerà i titoli tricolori Assoluti, U23 e Master della disciplina Sky.

Il nuovo sito, rivisto completamente nei contenuti e nella sua veste grafica, http://skyracecarnia.it/), è diventato un moderno contenitore per trovare tutte le informazioni relative alla manifestazione che attraverserà il Monte Floriz, il Passo Monte Croce Carnico e il monte Pal Piccolo e Pal Grande. Concorrenti e appassionati potranno scaricare le mappe gps per poterle utilizzare direttamente sullo smartphone.

Ultimissime sul tracciato. I responsabili, Alessandro Morassi ed Andrea Di Centa e i molti volontari coinvolti, hanno terminato il taglio alberi ed il ripristino dei sentieri (danneggiati dalla tromba d’aria del 28 ottobre scorso), la segnalazione e la messa in sicurezza del percorso di gara che è così fruibile per coloro che desiderano testare il percorso. Proprio nel fine settimana è stato anche tracciato (finalmente senza neve) anche la cresta del Monte Floriz (la Cima Coppi della gara con i suoi 2.184 metri di altitudine).

Il percorso partirà dalla pista di fondo "Laghetti" a otto chilometri a Nord di Paluzza. Subito dopo il via gli atleti affronteranno la prima salita con un tracciato nuovo che li porterà a rientrare in quello degli anni precedenti al km 5,500. Da qui si raggiungeranno il Rifugio Marinelli passando per il Monte Floriz, poi la traccia di gara scenderà verso Passo Monte Croce Carnico e risalirà per la seconda ascesa lungo il Monte Pal Piccolo e Pal Grande. I concorrenti in questa fase attraverseranno il museo a cielo aperto della Grande Guerra "scalando" l'interminabile scalinata in legno. I partecipanti correranno tra le trincee, passeranno in luoghi carichi di fascino che raccontano la straordinaria storia di chi tra quelle montagne ha combattuto. Dopo questo salto nella storia il percorso inizierà a scendere per ritornare alla Pista “Laghetti". Piccola variante anche negli ultimi due chilometri di gara dove gli atleti affronteranno un nuovo sentiero più ripido ma decisamente più “elegante” all’interno di un faggeto antico di oltre un secolo.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Tendenze

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori