Home / Sport news / Italian Junior & Cadet Open a Lignano

Italian Junior & Cadet Open a Lignano

La cittadina balneare friulana si conferma punto di riferimento per il tennistavolo. Edizione da record con quasi 400 iscritti

Italian Junior \u0026 Cadet Open a Lignano

Lignano Sabbiadoro rafforza il suo ruolo di punto di riferimento del pongismo giovanile internazionale. Anche quest'anno tornerà l'Italian Junior & Cadet Open, organizzato dalla Federazione Italiana Tennistavolo, sotto l'egida dell'International Table Tennis Federation e con il patrocinio della Città di Lignano Sabbiadoro e della Regione. Partner dell'evento è la Fondazione Città della Speranza Onlus e gli sponsor sono Stag e Iset Marketing.

Il torneo si svolgerà all'interno del Villaggio Bella Italia da mercoledì 20 a domenica 24 marzo. Vi parteciperanno 395 atleti di 41 Paesi: 55 nella categoria Hopes (nati a partire dall'1 gennaio 2007), 170 cadetti (dall'1 gennaio 2004) e 170 juniores (dall'1 gennaio 2001). I ragazzi saranno 208 e le ragazze 188.

"Siamo abituati - spiega il presidente della FITeT Renato Di Napoli - a ricevere adesioni da tutto il mondo, ma questa volta abbiamo avuto un vero boom di iscritti. Saranno in gara i migliori talenti del movimento internazionale e alcuni arriveranno dai Campionati Europei Under 21, che si sono disputati a Gondomar, in Portogallo. Nel 2018 avevamo registrato con soddisfazione il ritorno della Cina e quest'anno il Paese più forte nel nostro sport ha confermato la sua presenza. I nostri ragazzi, che saranno al via come sempre molto numerosi, potranno confrontarsi con una concorrenza molto qualificata davanti a un pubblico amico, che li sosterrà con il consueto affetto".

Per il direttore tecnico giovanile Matteo Quarantelli "il notevole aumento delle iscrizioni ci ha indotto e prevedere l'utilizzo di una palestra supplementare, con l'incremento dei tavoli a disposizione da 16 a 24, per permettere lo svolgimento di tutte le partite nei tempi stabiliti. Siamo felici che il mondo del tennistavolo rafforzi il suo gradimento nei confronti della nostra manifestazione, da sempre apprezzata per le qualità organizzative e per le comodità offerte dalla location. A Lignano vedremo all'opera i nostri atleti delle squadre nazionali e anche altri ragazzi interessanti, che abbiamo già monitorato nel corso degli stage regionali e che sono stati iscritti dalla rispettive società. Parecchi di loro avranno il battesimo internazionale e potranno verificare il loro livello di gioco al cospetto di avversari di ottima qualità".

Lo staff federale, con le consuete professionalità e competenza, farà fronte alle esigenze dei presenti, maggiori rispetto agli anni precedenti, considerate le due palestre da gestire e l’alto numero dei partecipanti.

I protagonisti arriveranno da Austria (6), Belgio (14), Bielorussia (7), Bosnia Erzegovina (10), Brasile (1), Bulgaria (5), Canada (1), Cina (12), Croazia (14), Finlandia (1), Francia (17), Galles (1), Germania (10), Grecia (7), India (1), Inghilterra (12), Irlanda (5), Italia (69), Lituania (5), Moldavia (3), Nigeria (2), Norvegia (2), Olanda (1), Polonia (10), Portogallo (11), Repubblica Ceca (15), Repubblica di San Marino (3), Romania (23), Russia (15), Serbia (14), Singapore (3), Slovacchia (18), Slovenia (24), Spagna (14), Stati Uniti (4), Svezia (1), Svizzera (7), Thailandia (1), Tunisia (7), Ucraina (5) e Ungheria (14).

Fra i 12 cinesi si segnalano il 16enne Xiang Peng, bronzo agli ultimi Mondiali Juniores, e i 15enni Zeng Beixun, junior, e Kuai Man, cadetta, vincitori del World Cadet Challenge del 2018. Fra i cadetti sono presenti anche la romena Elena Zaharia, campionessa europea di categoria, i suoi connazionali Iulian Chirita e Andrei Tomica, la croata Hana Arapovic e le statunitensi Rachel e Joanna Sung e il ceco Simon Belik e, fra gli juniores, la ceca Zdena Blaskova, le tedesche Anastasia Bondareva, Franziska Schreiner e Sofia Klee, le lituane Emilija e Kornelija Riliskyte, le polacche Anna e Katarzyna Wegrzyn, argento in doppio ai recenti Europei Under 21 di Gondomar, la portoghese Raquel Martins, le russe Ekaterina Zironova ed Elizabet Abraamian e l'americana Amy Wang e, in campo maschile, il belga Adrien Rassenfosse, l'ungherese Csaba Andras, il bielorusso Uladzislau Rukliatsou, i francesi Vincent Picard e Bilal Hamache, i russi Lev Katsman e Maksim Grebnev, in coppia campioni europei di doppio e secondi ai Mondiali, il tedesco Kay Stumper, il polacco Jan Zandecki e lo svedese Martin Friis.

La squadra azzurra sarà composta da: 21 juniores: Elisa Armanini, Arianna Barani, Edoardo Caldarola, Marco Cappuccio, Luca Ceppa, Irene Favaretto, Simone Fazi, Stella Frisone, Tommaso Giovannetti, Jamila Laurenti, Giorgio Mascoli, Gaia Monfardini, Martino Nino, John Michael Oyebode, Francesco Palmieri, Antonio Pellegrini, Andrea Puppo, Valentina Roncallo, Carlo Rossi, Chiara Visentin ed Evelyn Vivarelli; 24 cadetti: Giacomo Allegranza, Caterina Angeli, Alessandro Amato, Nicole Arlia, Leonardo Bassi, Luca Bersan, Miriam Benedetta Carnovale, Margherita Cerritelli, Nicoletta Criscione,Teresa D'Ercole, Matteo Fantoni, Andrea Giai, Giacomo Felici, Antonio Giordano, Celeste e Valentina Leogrande, Chiara Rensi, Daniele Rossi, Daniele Spagnolo, Erika Stanglini, Elena Thai Kim Lan, Luca Toppo, Federico Vallino Costassa e Chiara Zanetta; 24 Hopes: Giuseppe Calarco, Cecilia Cicuttini, Chiara Conidi, Giulio D'Arcangeli, Sara Dal Fabbro, Martina Etur, Danilo Dmitri Faso, Giorgia Filippi, Andrea Garello, Simone Garello, Luca Gatti, Giacomo Izzo, Flavio Lavermicocca, Oliver Mankowski, Sofia Minurri, Marina Misceo, Irene Moretti, Giulia Palmisano, Giovanni Scucchiaro, Francesca Seu, Davide Lorenzo Simon, Veronica Spadotto, Francesco Trevisan e Giulia Varveri.

Gli atleti saranno guidati dai tecnici Antonio Carnovale, Domenico Colucci, Giuseppe Del Rosso, Piermaria Demichelis, Antonella Di Napoli, Fabio Di Silvio, Domenico Ferrara, Michele Giardina, Umberto Giardina, Alberto Mattana, Lorenzo Nannoni, Sebastiano Petracca, Luigi Rocca, Rossella Scardigno, Joze Urh, e Levon Zakaryan, coordinati dal direttore tecnico maschile Patrizio Deniso e dal direttore tecnico femminile e dell'attività giovanile Matteo Quarantelli.

Nel 2018 gli azzurri hanno conquistato tre medaglie, due argenti di Cappuccio, Rossi e Gabriele Piciulin nella gara a squadre juniores e di Puppo e Simone Sofia in quella cadetti; un bronzo di Spagnolo nel singolare Hopes.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Tendenze

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori