Home / Sport news / La Regione "cancella" la Scialpinistica Monte Canin

La Regione "cancella" la Scialpinistica Monte Canin

Il contributo non viene confermato e così sfuma una classica da 62 anni

La Regione  cancella  la Scialpinistica Monte Canin

Scoppia il caso della Scialpinistica del Monte Canin. Infatti la gara, giunta l’anno scorso alla 61esima edizione e diventata ormai una classica dell’arco alpino, quest’anno non si farà. È venuto a mancare, infatti, il contributo regionale che consentiva agli organizzatori, l’Unione sportiva Raibl e l’associazione Sistema Sella Nevea, di coprire parte delle spese.

“Abbiamo presentato domanda come ogni anno – spiega il portavoce Ivano Sabidussi – ma appena due settimane fa una lettera ci ha annunciato che non ci sarebbero stati i 4.500 euro di contributo, a parziale copertura delle spese organizzative, che ammontano a 8.000.

Per altro con una motivazione che non ci convince: essendo un’associazione culturale non possiamo ricevere contributi su un bando per lo sport, nonostante questa attività sia puntualmente prevista dal nostro statuto”.

Fatto sta che il prossimo 9 aprile Sella Nevea rimarrà orfana del circo bianco e di una gara che attirava centinaia di concorrenti e migliaia di spettatori, lungo un percorso di 19 chilometri con 4.500 metri di dislivello che gli atleti percorrono in poco più di 2 ore.

“Eppure è una gara di grande livello, dello sport del momento e nella sua capitale regionale” conclude amaramente Sabidussi.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Tendenze

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori