Home / Sport news / Sale l’attesa per il Cross Monte di Buja

Sale l’attesa per il Cross Monte di Buja

Sabato 8 dicembre seconda edizione della gara, inserita nel Gran Prix di corsa campestre

Sale l’attesa per il Cross Monte di Buja

Conto alla rovescia per la seconda edizione del Gp Monte di Buja, gara di cross che si svolgerà sabato 8 dicembre attorno alla struttura polifunzionale del Monte di Buja. La prova inaugurerà il circuito Csi Gran Prix corsa campestre, aperta a tutte le categorie Csi e ai tesserati Fidal.

Al termine delle competizioni amatoriali che già in passato hanno registrato una nutrita partecipazione, l’Atletica Buja-Treppo Grande, società organizzatrice dell’evento, con il supporto del progetto Sportland, ha previsto anche una gara spettacolo che potrà essere osservata dalle ampie vetrate della struttura riscaldata del Monte di Buja. La gara top sarà riservata a un gruppo di atleti di buon valore la cui presenza è su invito.

Tra i partecipanti fugurano Dereje Megersa (Etiopia) 1.03’.53” in maratonina, vincitore a Crema 1.04’.30”; Ken Mutai (Ken) 1.04’.40” in maratonina, vincitore a Orzinuovi e a Galzignano; Celestin Norimbere (Bur) già visto più volte in Friuli: 26esimo ai Campionati Mondiali di Pechino, ha inoltre partecipato ai Mondiali di cross tenutesi ad Amman e a Nairobi. Francesco Nardone (Gemona Atletica) – quarto agli italiani di Ravenna con 02:28:45; Steve Bibalo già vincitore di una maratonina di Palmanova e di numerose gare di Coppa Friuli, recentemente quarto a Cimetta in 30’55” (10 km). Poi gli intramontabili e inseparabili Luca Guatteri e Francesco Nadalutti pluricampioni italiani Csi e Fidal amatori in pista, cross e strada. Saranno, inoltre, presenti alcuni giovani della Trieste Atletica, squadra leader a livello italiano nelle corse di cross country.

Al termine della gara top, si svolgeranno le premiazioni all’interno della struttura del Monte di Buja allestita con i colori del progetto Sportland; ci saranno anche i testimonial Enzo Del Forno, ex campione olimpionico di salto in alto, e Fabio Olivo, classe 1966, uno dei più forti mezzofondisti di sempre in regione, che ha corso con la Libertas Udine e i Carabinieri Bologna, società con la quale si è laureato campione italiano sui 1500 indoor, tuttora primatista regionale sui 1500 con il tempo di 3’ 41” 67, di Mariano del Friuli.

L’intenzione degli organizzatori è consolidare un format destinato a diventare una gara cardine nell’attività crossistica della nostra regione negli anni a venire.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Tendenze

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori