Home / Sport news / Successo per l'International Chess Tournament di Trieste

Successo per l'International Chess Tournament di Trieste

Tra i Master si è imposto il maestro russo Naumkin. Nel Campionato interprovinciale vittorie per Masella e Gregorig

Successo per l\u0027International Chess Tournament di Trieste

Si è conclusa con successo la terza edizione del Torneo internazionale di scacchi International Chess Tournament Starhotels Savoia, primo torneo a Trieste a essersi dotato di scacchiere digitali, svoltosi dal 4 al 6 gennaio nella Sala Tergeste dello Starhotel Savoia Excelsior Palace di Trieste. Al torneo internazionale di scacchi Open integrale con sistema di abbinamento svizzero variante olandese a 5 turni di gioco e cadenza di gioco 90' + 30'' di recupero a mossa dall'inizio della partita, erano ammessi tutti i giocatori italiani tesserati Fsi 2019 e giocatori stranieri in possesso del Fide Identity Number.

Gli iscritti al torneo di scacchi, suddivisi tra le due categorie, sono stati in tutto una cinquantina, mentre in complesso gli atleti partecipanti alla tre giorni, compresi i giocatori di dama e Go, assommavano a circa un centinaio.

Erano presenti tesserati tutta Italia e dall'Est Europa tra cui un bambino sloveno di 11 anni, Herega Nejc, classe 2007 e giocatori da Russia, Svizzera, Iran, Serbia, Slovenia e Croazia,  e tutta Italia (con iscritti da Ferrara, Milano e da tutta la regione). A prevalere tra i Master è stato il maestro russo Igor Naumkin, vincitore del prestigiosissimo Campionato di Mosca, testimone della “scuola sovietica” di scacchi e allievo del Campione Mondiale Mikhail Botvinnik, maestro dei famosissimi Karpov e Kasparov - e nel Campionato Interprovinciale Vincenzo Masella per Trieste e Marco Gregorig per Gorizia che si sono laureati campioni provinciali.

Anche quest’anno, a grande richiesta, la manifestazione “su scacchiera” è stata multidisciplinare ospitando anche tornei satellite di Dama (anch’essa disciplina sportiva associata al CONI), e Go, il famoso gioco di strategia cinese: una perfetta triade di “sport della mente”. A fianco del torneo scacchistico, si sono svolti, infatti, anche i Campionati regionali di Dama inglese e internazionale e la tappa regionale del Torneo di Go.

Sono stati assegnati premi per i primi sei classificati assoluti sia del Torneo A che B, per i primi classificati delle fasce 1900-1999, 1800-1899, 1700-1799 e 1600-1699 e per i primi classificati Over 65, Over 50, Under 16 e Femminile.

Le premiazioni si sono tenute domenica 6 gennaio presso il Savoia Excelsior Palace alla presenza dell'Assessore al Turismo del Comune di Trieste, Francesca De Santis, del delegato del Coni provinciale, Ernesto Mari, del presidente nazionale della Federazione Dama, Carlo Bordini e dell'arbitro nazionale Luciano Boschi.

L'assessore De Santis, che ha premiato il vincitore, ha portato i saluti del Sindaco e ha espresso grande apprezzamento per un evento internazionale che ha portato a Trieste giocatori da tutta Italia e da molti paesi anche extraeuropei. "Sono lieta - ha detto l'assessore - di poter presenziare a un evento in cui lo sport ha contribuito a creare una sinergia tra culture e discipline diverse e soprattutto del fatto che il torneo abbia permesso di rendere un evento sportivo anche un appuntamento di richiamo turistico". Elogiando la prestigiosa sede, ha quindi ringraziato gli organizzatori "per aver scelto Trieste come splendida cornice di una manifestazione internazionale di alto livello".

Soddisfazione per il risultato conseguito e per la sempre maggior qualità del torneo, a cui quest’anno è stata abbinata anche una prova valida per il Campionato Interprovinciale, è stata espressa dal Presidente dell’Accademia di Scacchi Trieste, Massimo Varini che ha ricordato come il successo della manifestazione si debba alla scelta del periodo, legato al turismo scacchistico, con lo scopo di impegnare i concittadini - adulti, giovani, anziani e disabili - e anche i sempre più numerosi turisti presenti in città in un periodo di vacanza. Quest’anno, per venire incontro alle richieste dei giocatori e poter ottenere la massima affluenza, ha concluso si è deciso infine di concentrare l’evento in tre giornate, dense di attività tra le quali una partecipata lezione del maestro russo Naumkin”.

In occasione del 10° anniversario di fondazione dell’Accademia sono stati premiati gli associati, gli atleti e tutte le persone meritevoli di aver contribuito a questo traguardo a cui è stato offerto un brindisi conviviale con una degustazione enologica della Vigna Angeli guidata dal Sommelier Carlo Badiali.

A curare la parte tecnica è stata l'Accademia di Scacchi Asd, la prima scuola di scacchi a essere riconosciuta dalla federazione scacchistica italiana in regione (2014), forte dell'organizzazione del Festival Internazionale di Lignano Sabbiadoro giunto quest'anno alla quarta edizione. Scacchi e scacchiere e orologi omologati Fide erano corredati dalle scacchiere elettroniche Dgt che permettono la trasmissione in tempo reale on line, delle mosse delle prime tre scacchiere. La direzione è stata curata dall’arbitro nazionale Luciano Boschi ritenuto il capostipite degli arbitri giuliani.

Starhotels ha sostenuto come partner principale il torneo, ospitando nella magnifica sala Tergeste del Savoia Excelsior Palace postazioni di gioco di lusso per offrire a tutti i giocatori, anche amatori, l'atmosfera e il comfort dell'ambiente esclusivo dei grandi campioni. Lo Starshotels Savoia ospita anche la squadra dell'Accademia di Scacchi che milita nel campionato nazionale di serie C.

Il segno distintivo dei tornei organizzati dall'Accademia di Sacchi è la particolare cura nell'applicazione delle normative "anti cheating" disposte dalla Fide per il controllo e il ritiro all'entrata in sala (anche al pubblico), di qualsiasi dispositivo elettronico (soprattutto smartphone) che potrebbe permettere al giocatore di ricevere suggerimenti da potenti software scacchistici sulla mossa decisiva da compiere in una determinata posizione durante la partita. Durante le giornate del Torneo, visitatori e giocatori hanno potuto rivolgersi alle hostess dell’Accademia per qualsiasi informazione, servizio guardaroba, per la consegna di telefoni e borse e qualunque altra esigenza logistica.

Trieste “capitale degli scacchi europea”. Nel 1923 si svolse il Congresso scacchistico di Trieste ospitato nella sala del Teatro del Circolo Artistico. Da allora ci fu una lacuna temporale di eventi cittadini omologati alle federazioni nazionale e internazionale. La tradizione fu ripresa 74 anni dopo, quando Massimo Varini (all'epoca Delegato Provinciale della Federazione Scacchistica Italiana), con la collaborazione dei circoli scacchistici cittadini, fondò e ne curò le prime tre edizioni 1997-98-99 del Torneo Internazionale di Trieste, i cui tornei si svolsero in formula weekend nell'Auditorium del Palazzo delle Ferrovie di Trieste. Il torneo ebbe un apprezzamento da parte di 50 partecipanti nella prima edizione, 60 nella seconda e 70 nella terza, con alcune presenze di titolati stranieri. Si avviò così un nuovo fertile periodo per gli scacchi di alto livello in città.

In virtù della favorevole ubicazione geografica di Trieste al centro "dell'Europa scacchistica” e vista la sua vicinanza ai paesi dell’Est di grande tradizione scacchistica, un nuovo evento di prestigio ben si inserisce in un periodo dell'anno favorevole alle vacanze scolastiche e lavorative. Sono aperte le iscrizioni intanto anche ai corsi per bambini e ragazzi dai 6 ai 16 anni e adulti e pensionati all'Accademia Scacchi Trieste, scuola riconosciuta di I e II Livello dalla Federazione Scacchistica Italiana. Si tratta di corsi completi a partire dalle basi per i principianti, sia di perfezionamento scacchistico per i più esperti. Ogni incontro prevede lezione teorica, esercizi e torneo. Gli ultimi 15 minuti saranno dedicato alla pratica del gioco libero.

I corsi saranno così suddivisi per fasce d'età: Corso di Scacchi Juniores; ragazzi da 6 a 9 anni; ragazzi da 9 a 13 anni e ragazzi da 13 a 16 anni. La prima prova sarà gratuita secondo la formula Open Day per permettere a quanti desiderano avvicinarsi a questa affascinante disciplina di provare liberamente. Sono previsti, infine, anche corsi di perfezionamento e preparazione agonistica con Varini, medaglia di bronzo al merito sportivo, azzurro d'Italia e formatore riconosciuto da Fsi e Fide.

Le lezioni si terranno ogni martedì, mercoledì e giovedì dalle 17 alle 18.30, per i pensionati anche corsi mattutini fino a maggio 2019 presso la sede dell'Accademia c/o ASI FVG allo Stadio Nereo Rocco di Trieste (in Piazzale Atleti Azzurri d'Italia, 1 II piano). Il Piano di studi è disponibile presso la segreteria dell’Accademia.

Nella foto, il vincitore Igor Naumkin con il Presidente dell'Accademia Scacchi Trieste, Massimo Varini e l'Assessore comunale al Turismo, Francesca De Santis

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Tendenze

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori